Orsetto lavatore o procione: dove vive, carattere e colori

0

Orsetto lavatore è l’altro nome con cui ci si riferisce al procione, un mammifero molto diffuso in Nord America.

E’ stato fatto uno studio su questo animale per scoprire la sua evoluzione ed anche i suoi spostamenti nel corso degli anni: dallo studio è emerso che circa 25 milioni di anni fa l’animale era presente anche in Europa, poi dal nostro continente è iniziato il suo spostamento verso l’America Centrale. Oggi si trova in particolare in America del Nord.

Habitat del procione

Scopriamo dove vive l’orsetto lavatore e qual è il suo habitat ideale. Il Procyon lotor – nome scientifico di questo mammifero – vive in particolare nelle zone dell’America settentrionale.

In realtà nel corso del XX secolo alcuni esemplari di questo mammifero sono stati portati in Europa e sono stati liberati, non tenendo conto del fatto che questo animale è in grado di riprodursi velocemente. Ciò spiega come mai anche in Europa ormai si possano trovare diversi esemplari di orsetto lavatore, in particolare la Lombardia è una delle zone con la maggiore densità.

I procioni amano le zone boschive caratterizzate da clima temperato. In realtà si tratta di mammiferi che hanno la capacità di adattarsi a diversi ambienti e dunque non incontrano difficoltà ad ambientarsi in zone paludose e montane, dove si possono rinvenire alcune colonie. Tendenzialmente preferiscono vivere in aree in cui sia presente una vegetazione fitta, dal momento che questa offre loro maggiori opportunità di nascondersi e di mettersi in salvo da eventuali pericoli.

I procioni addirittura possono occupare delle zone molto vicine ai centri abitati, il che spiega come mai sia possibile avvistarli anche in zone ad alta densità di popolazione.

Oltre a conoscere quali sono le zone preferite da questo animale, bisogna anche sapere che il fatto che colonizzi una determinata area non è sempre positivo. Il procione infatti è un mammifero che si adatta bene a diversi ambienti e che incide molto sull’ecosistema dell’area che colonizza, ecco perché la sua diffusione andrebbe tenuta sotto controllo e sarebbe bene evitare di introdurre l’animale in contesti che non gli appartengono, per proteggere le altre specie vegetali ed animali.

Carattere dell’orsetto lavatore

Un elemento fondamentale del carattere dell’orsetto lavatore è che si tratta di un animale notturno. Gli esemplari tendono a vivere in piccoli gruppi, molto spesso formati da membri dello stesso sesso. Per quanto dal punto di vista estetico possa sembrare un animale simpatico e ideale da tenere in casa, il procione non è semplice da addomesticare.

Ci sono alcuni centri di allevamento, ma il carattere di questo mammifero cambia durante la sua crescita. In età adulta la sua natura selvatica si rende evidente ed i tratti ribelli lo possono portare anche a diventare aggressivo nei confronti dell’uomo, che può avvertire come potenziale minaccia.

Alcuni pensano che il Procyon lotor possa essere trasformato in un animale domestico, ma il nostro consiglio è di rispettare la sua natura e di consentirgli di vivere nel suo habitat naturale, in piena libertà.

Caratteristiche e colori del procione

Il procione è di media grandezza, gli esemplari più grandi possono raggiungere i settanta centimetri di lunghezza. Per quanto riguarda il peso, questo varia dai tre ai nove chili a seconda della stagione: durante i mesi invernali il peso è più alto perché i depositi di grasso sono maggiori e servono all’orsetto lavoratore per poter sopravvivere nei mesi più freddi.

Ogni esemplare è dotato di un folto manto di colore beige e grigio. In prossimità del ventre una parte del manto è di colore bianco, mentre caratteristica è la cosiddetta maschera nera che presenta sul volto.

Il senso più sviluppato di questo animale è il tatto: ogni esemplare è infatti in grado di riconoscere gli oggetti utilizzando le zampe anteriori, con le quali tocca gli oggetti ed a seguito del tocco degli impulsi specifici arrivano all’area del cervello deputata a questo riconoscimento.

Anche l’udito e la vista notturna sono molto sviluppati, dal momento che sono essenziali per la sua sopravvivenza in natura, ricordando che questo animale si muove soprattutto di notte. Parlando della vista, bisogna ricordare che si tratta di un animale daltonico, il che spiega come mai non sia capace di riconoscere i diversi colori di ciò che lo circonda.

Alimentazione del procione

Il procione è un animale onnivoro, dunque si nutre sia di piante che di animali. In particolare apprezza la frutta secca, gli insetti, i roditori, i pesci e gli anfibi. Il nome orsetto lavatore deriva dal fatto che questo animale mette il cibo in acqua prima di mangiarlo.

Si è detto che alcune colonie vivono oggi in prossimità dei centri abitati, anche perché la crescita della popolazione umana ha portato ad edificare delle zone che prima erano riservate alla natura. Ciò costringe talvolta i procioni a cercare il cibo all’interno dei rifiuti, nei quali possono rinvenire scarti della nostra alimentazione.

Condividi articolo
  •  
  •  
  •  
  •  

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply