Cos’è il piede dell’atleta: cura e rimedi naturali

0

Il piede dell’atleta viene definito anche Tinea Pedis. Si differenzia infatti dalla Tinea Corporis in quanto attacca le zone interstiziali tra le dita dei piedi provocando cattivo odore, desquamazione cutanea e fastidio.

La tigna e la tigna nel piede dell’atleta

La tigna è un’infezione molto più comune di quanto possa sembrare. Poiché la nostra frequentazione di luoghi pubblici ed affollati è sempre più probabile, sarà probabile venire anche a contatto con superfici od oggetti infetti. I funghi responsabili della tigna, comunque, amano i luoghi caldi ed umidi e, dunque, potremmo venir contagiati più facilmente frequentando palestre, piscina pubbliche e terme. Tuttavia, i funghi della tigna sono altresì veicolati dagli animali; ragion per cui potremmo contrarla dai gatti o da altri animali selvatici cosi come in spiaggia, soprattutto nelle spiagge libere poco pulite ed in cui spesso transitano animali.

Il piede dell’atleta è una patologia cutanea cosi denominata unicamente perché questo tipo di tigna affligge maggiormente gli sportivi che frequentano sovente le palestre pubbliche o le piscine. Qui proliferano questo tipo di funghi e se si cammina scalzi e non si presta attenzione all’igiene è molto facile imbattersi nell’infezione.

Si tratta di una micosi da contatto. La si può prendere entrando in contatto con superfici infette oppure con particelle epidermiche infette di soggetti che hanno contratto l’infezione ma continuano a frequentare la palestra.

La tigna è un’infezione superficiale dell’epidermide, in quanto i funghi responsabili si nutrono di cheratina, tuttavia il suo nome deriva dal fatto che sia incredibilmente longeva.

Si parla di Tinea Corporis quando la micosi interessa le zone glabre del corpo come braccia o mani. Purtroppo, se non curata tempestivamente, la micosi può allargarsi velocemente ad altre zone del corpo ed il contagio può avvenire toccandosi o grattandosi.

Cura e prevenzione del Piede dell’atleta

Visto che le infezioni micotiche sono estremamente fastidiose, proprio per la loro incredibile longevità, è bene seguire alcune semplici regole igieniche per evitare d’imbattersi in questo genere di problemi.

Non camminate mai scalzi in piscine, palestre o zone pubbliche. Utilizzate sempre le apposite ciabattine non appena uscite dalle piscine e dalle docce. Curate l’igiene personale ed utilizzate prodotti antifungini prima di accedere alle zone pubbliche. Cambiate spesso le calze ed utilizzate calzature traspiranti.

Se, nonostante le precauzioni, avete contratto la tigna del piede, nessun problema. Iniziate immediatamente una cura con antimicotici. Potete iniziare con le creme ed i prodotti spray, comodi e senza alcun effetto collaterale, ma se l’infezione si estende ad altre zone del corpo, dovrete passare ad una cura sistemica, con antimicotici orali. In questo caso, sarà obbligatoria la prescrizione medica. Per guarire completamente potrebbero volerci anche due mesi, ma attenzione alle recidive. I funghi potrebbero proliferare ancora nelle calze indossate durante l’infezione. Dunque, abbiate cura di lavarle frequentemente con lavaggi a 60°, igienizzandole con l’amuchina.

Rimedi naturali contro il Piede dell’atleta

Moltissimi elementi in natura hanno proprietà antimicotiche. Personalmente, non vi consiglio un uso esclusivo dei prodotti naturali, poiché la guarigione potrebbe ritardare e si potrebbe parlare anche di mesi. Il consiglio è quello d’implementare l’uso di prodotti naturali assieme a quello di creme medicinali.

Un buon rimedio è la lozione o crema di Tea Tree Oil. Questo estratto del tè è utilizzato contro ogni tipo d’infezione; funziona e riesce davvero ad eradicare il fungo, impedendo la sua proliferazione.

Restando su ciò che ognuno possiede in casa propria, potreste provare degli impacchi d’aceto, che realmente elimina i funghi della pelle. Oppure optare per l’aglio, un potente antimicotico ed antibatterico. Create una lozione con olio ed aglio e lasciatela agire sulla parte desquamata per circa mezz’ora.

Per quanto riguarda la detersione delle zone colpite da Tinea Pedis, non utilizzate agenti aggressivi, ma saponi naturali o con Ph neutro.

About Author

Azzurra Lorenzini

Mi sono laureata in Letterature europee per l'editoria e la produzione culturale nel 2011 a Pisa. Sono una scrittrice, conduttrice, organizzatrice di eventi e redattrice dal 2008.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.