Olio evo online: 7 cose da sapere prima di acquistarlo

0

Se c’è una cosa che non può assolutamente mancare sulle tavole degli italiani, ma anche di tutto il mondo, è l’olio evo (evo significa extra vergine di oliva). Ingrediente base della dieta mediterranea, molti sono i Paesi che lo producono: Francia, Spagna, Grecia, Croazia ma anche Cina, Colombia, Giappone, India, Brasile, Cile e altri ancora. Inutile dire che, l’olio evo sia tra i migliori in tutto il mondo sia quello italiano. Ma come sceglierlo, soprattutto se si acquista online?

L’olio di oliva è un condimento immancabile in tutta la cucina mediterranea. Tutti noi siamo cresciuti con l’olio extravergine. I più fortunati avevano lo zio, o qualche parente in campagna che lo produceva, gli altri acquistandolo al supermercato. Ci condiamo l’insalata, lo usiamo per i soffritti dei sughi e risotti, o ancora per condire zuppe e minestre, per preparare impasti per prodotti da forno.

Sicuramente anche tu ogni giorno lo utilizzi per esaltare, condire o cucinare i tuoi piatti, caldi o freddi. Ma sei davvero sicuro che l’olio che usi così spesso sia un olio di qualità? Sai come scegliere l’olio evo per la tua cucina? Sempre più spesso sentiamo parlare di scandali che coinvolgono l’olio d’oliva, quindi cerca di fare attenzione.

Come scegliere l’olio evo? 5 cose da sapere prima di acquistarlo

1. Evita l’olio a basso costo del supermercato

Questa è la prima regola. Il lavoro che sta dietro ad un prodotto di qualità è davvero straordinario. Diffidate da quei marchi che propongono oli extravergine da pochi euro al litro. I prezzi stracciati, spesso nascondono degli oli di scarsa qualità.

Per acquistare degli oli di qualità, potete visitare direttamente i produttori, se nella vostra zona ce ne sono. Potrete assaggiare l’olio d’oliva e capire imemdiatamente di che si tratta. Visitando le aziende capirete che si tratta di persone estremamente competenti, spesso di famiglie che da generazioni lavorano negli uliveti, dove hanno imparato a produrre dei prodotti d’eccellenza.

Acquistare olio evo online

Se non avete dei produttori vicino casa, potete scegliere e acquistare l’olio anche direttamente sui siti dei produttori stessi, senza intermediari. Al giorno d’oggi sono molte le aziende agricole che si sono affacciate alla vendita diretta al consumatore tramite internet. Se avete intenzione, per esempio di acquistare olio evo pugliese online, preferite i siti web dei produttori che raccontano la loro storia, che mostrano come lavorano, i loro macchinari, la loro tradizione. Leggete le etichette – come vi spiegheremo sotto – e fatevi consigliare da amici aziende agricole affidabili. Fatevi mandare degli assaggi prima di acquistare più bottiglie.

2. Attenzione alle etichette

Fate molta attenzione alle etichette. Diffidate da quelle confuse e poco chiare. Acquistate solamente oli extravergine che indicano chiaramente il luogo di produzione, il processo produttivo e le caratteristiche del prodotto.

3. Olio extravergine vero

Come sappiamo, l’olio extravergine di oliva è migliore di tutti gli altri oli ed è assolutamente vietato che all’olio extravergine d’oliva siano aggiunti altri oli o miscele di oli. Attenzione alle strane miscele.

4. Preferite l’olio evo biologico

Nell’agricoltura convenzionale, soprattutto per gli oli della grande distribuzione, vengono usati pesticidi e sostanze chimiche per correggere o nascondere l’acidità dell’olio. Ecco perché meglio preferire un olio extravergine di oliva biologico. In agricoltura biologica non vengono utilizzate sostanze tossiche che ritrovereste inevitabilmente nel vostro olio.

5. Scegliete olio DOP o IGP

Tutti i prodotti a marchio DOP o IGP devono rispettare un disciplinare ben preciso per quanto riguarda le norme in materia di coltivazione, raccolta e confezionamento dell’olio. Questi marchi tutelano e proteggono dalle contraffazioni in tutta Europa. I disciplinari contengono norme in materia di coltivazione, raccolta e confezionamento dell’olio e devono essere rispettate rigorosamente.

6. Scegliete olio evo spremuto a freddo

Con questa pratica, durante le operazioni di spremitura ed estrazione, la temperatura non deve mai superare i 30°C. In questo modo le proprietà dell’olio non vengono alterate ed il prodotto esprimerà al meglio le sue caratteristiche.

7. Scegliete l’olio giusto per le proprie esigenze

Non tutti sanno che esistono diversi tipi di oli extravergini di oliva, ma quale scegliere per le proprie esigenze? Le etichette dicono poco, sicuramente meglio assaggiarlo e poi decidere. L’olio filtrato, per esempio, ha un sapore leggermente più amaro e piccante di un olio non filtrato. Poi ci sono quelli fruttati o più delicati. Insomma, fatevi consigliare dal produttore!

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.