Dieta Plank: Come funziona, menù e controindicazioni

0

La dieta Plank – della serie diete veloci che propone un menù molto restrittivo e basato solo su alcuni elementi, consiste in un regime alimentare iperproteico quasi completamente privo di fibre e carboidrati che, se seguito alla lettera per due settimane, promette di far perdere 9 kg. Dal punto di vista alimentare, questa dieta di cui non si conosce la provenienza, ha raccolto svariate testimonianze critiche, con tanto di scetticismo da parte degli esperti della nutrizione. In questo articolo vi spieghiamo come funziona la dieta plank, cosicché possiate valutare se approcciarvici o meno. Ricordate sempre però, che prima di intraprendere qualsiasi tipo di dieta, sarebbe bene consultare un nutrizionista o dietologo.

Chi ha inventato la dieta Plank

Come scritto sopra, nessuno lo sa per certo. La sua ideazione viene accostata a Marx Planck, uno scienziato fisico di nazionalità tedesca che scoprì e divulgò la “teoria dei quanti” e la “meccanica quantistica”. Ma non esiste in realtà alcuna correlazione tra il noto personaggio e la dieta Plank.

Come funziona la dieta Plank

Come detto, la dieta plank – la dieta per perdere 5 kg (quasi) a settimana – si tratta di un regime alimentare che costringe l’organismo ad attivare esclusivamente il metabolismo proteico, per consumare energia e far quindi dimagrire velocemente. Neanche l’ombra quindi di cereali e verdure. Si tratta di un regime alimentare iperproteico, che vieta condimenti e dolcificanti, oltre che all’alcol e a tutte le bevande gassate. Ecco gli alimenti base di questo tipo di dieta veloce.

  • carne rossa;
  • le uova;
  • pesce;
  • caffè e tè;

Dieta Plank con modifica vegetariana

Fra le tante variazioni della dieta Plank, la più adottata riguarda proprio i vegetariani che possono seguire la dieta Plank sostituendo le proteine animali con le proteine vegetali. Per soddisfare il fabbisogno proteico, è importante abbinare correttamente legumi e cereali, integrando con semi e frutta secca.

Svantaggi e controindicazioni della dieta plank

  1. La dieta Plank è una dieta molto sbilanciata dal punto di vista alimentare risulta essere particolarmente rischiosa per la salute, è consigliato seguirla sotto la supervisione e dopo l’approvazione di un dietologo, altrimenti si consigli una dieta dimagrante più equilibrata e che consenta l’assunzione di alimenti più variegati.
  2. Rischia di affaticare il fegato;
  3. Come tutte le diete lampo, la dieta plank non è salutare. La sua tempestività ed estrema ed improvvisa esclusione di determinati alimenti dal regime alimentare può provocare sbalzi metabolici e, di conseguenza, problemi di salute;
  4. Può essere considerata come una delle più pericolose diete per la salute. La varietà di alimenti è necessaria per il buon funzionamento della macchina umana. Inoltre, le calorie assunte giornalmente non sono abbastanza per una vita attiva e complessa;
  5. L’assunzione costante di uova aumenta il rischio di colesterolo cattivo.
  6. Non serve a nulla se dopo le due settimane di dieta plank si torna a mangiare in modo non equilibrato. Una volta terminati i giorni di restrizione, per il mantenimento siamo costretti a dover iniziare una dieta equilibrata che non ci faccia riprendere tutti i chili perduti. Allora non sarebbe meglio iniziare fin da subito a mangiar sano senza necessariamente passare per questa dieta discutibile?
  7. ll consumo eccessivo di carne è sconsigliato e si è rivelato cancerogeno;
  8. La dieta Plank non è l’unica dieta per dimagrire velocemente e, come tutte le altre diete, non è giusta neppure dal punto di vista psicologico;

Per chi non è indicata la dieta Plank

Assolutamente vietata per tutti i soggetti che soffrono di colesterolo in quanto gli alimenti presenti hanno un elevato contenuto di colesterolo. Sconsigliatissima per le donne in gravidanza e per i cardiopatici. Tra i soggetti che devono stare lontani da questo regime dietetico ci sono certamente i diabetici, tutte le persone che hanno la pressione alta e trigliceridi in eccesso e chi è in fase ancora di sviluppo come ad esempio le adolescenti.

La dieta plank è un regime dietetico molto duro. Per questo chi intende iniziare una dieta simile, non solo deve godere di un perfetto stato di salute, ma deve chiedere parere al proprio medico o nutrizionista.

Il menu per perdere 9 kg in 2 settimane

Come dimagrire in una settimana: Se vuoi dunque provare a perdere peso velocemente utilizzando questa dieta, di seguito vi proponiamo un esempio di menù della Dieta Plank per una settimana. L’esempio prevede solo la prima settimana ed il menù andrà ripetuto anche nella settimana successiva. Come detto la Dieta Plank è molto restrittiva ed altamente proteica, non va assolutamente ripetuta per più di due settimane. Durante queste due settimane, è fondamentale bere almeno due litri di acqua al giorno ed evitare alcool e bibite gassate.

Ma perdo peso velocemente con questa dieta? Dipende. In rete è possibile trovare dozzine di recensioni, alcune positive, altre molto meno.

Giorno 1

  • Colazione: caffè non zuccherato;
  • Pranzo: due uova sode e spinaci con poco sale;
  • Cena: bistecca alla griglia oppure due bistecche di manzo, accompagnata da un contorno di insalata di lattuga e sedano;

Giorno 2

  • Colazione: caffè non zuccherato ed un panino piccolo;
  • Pranzo: bistecca, insalata e frutta a scelta;
  • Cena: Prosciutto cotto;

Giorno 3

  • Colazione: caffè non zuccherato ed un panino piccolo;
  • Pranzo: due uova sode, insalata e pomodori;
  • Cena: prosciutto cotto e insalata.

Giorno 4

  • Colazione: caffè non zuccherato e un panino piccolo;
  • Pranzo: un uovo sodo, carote (crude o bollite), formaggio svizzero;
  • Cena: frutta a scelta e yogurt magro;

Giorno 5

  • Colazione: caffè non zuccherato e carote condite con limone;
  • Pranzo: pesce al vapore e pomodori;
  • Cena: bistecca ed insalata.

Giorno 6

  • Colazione: caffè non zuccherato e un panino piccolo;
  • Pranzo: pollo alla griglia;
  • Cena: due uova sode, carote.

Giorno 7

  • Colazione: tè con succo di limone;
  • Pranzo: bistecca alla griglia, frutta (a piacere);
  • Cena: pasto a piacere;

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.