Alimentazione vegana e sport: consigli e atleti famosi

0

Chi decide di fare sport a ogni livello ha bisogno di un’alimentazione sana, corretta ed equilibrata nell’apporto di sostanze nutritive. Le ricerche scientifiche degli ultimi anni hanno sfatato vari miti relativi alla dieta dello sportivo affermando che è possibile praticare attività fisica, anche ai più alti livelli, scegliendo l’alimentazione vegana. Ma non è tutto. In molte attività il cibo “green” agevola la prestazione sportiva molto più della dieta tradizionale. Non ci credete? Date un’occhiata alle carriere degli atleti di cui stiamo per parlare, in alcuni casi vere e proprie leggende nelle rispettive discipline.

Per coniugare in maniera corretta dieta vegana e attività fisica è importante mangiare bene. Un consiglio che potrebbe sembrare scontato ma in molti casi non lo è. Chi decide di praticare sport deve saper dosare tutti gli alimenti concessi dalla propria dieta e pianificare la propria alimentazione in maniera precisa.

Nella nostra alimentazione non dovranno mai mancare tutte quelle sostanze di cui il corpo ha bisogno e che si trovano nel regno vegetale: carboidrati, minerali, proteine e vitamine. Sarà importante assumere tutti i tipi di frutta e verdura, integrandoli con le giuste quantità di cereali e legumi e scegliendo, quando possibile pane e pasta integrali. L’apporto di grassi dovrebbe provenire da olio d’oliva, semi e frutta secca.

Un buon consiglio per chi decide di fare sport è quello di assumere un integratore a base di vitamina B12 da abbinare a sostanze come cibi fortificati, cereali, latte di soia e riso.

Linee guida semplici e alla portata di tutti, seguite anche da quei campioni dello sport che con il loro esempio hanno contribuito a sfatare il mito che alimentazione vegana e risultati di livello internazionale non siano conciliabili.

Venus-Williams-vegan

Photo by Tatiana / CC BY 2.0

Nel tennis abbondano gli esempi di atleti che hanno scelto la dieta vegana mantenendo, e in alcuni casi migliorando, il livello delle proprie prestazioni sportive. Venus e Serena Williams sono due tra le tenniste più vincenti della storia di questo sport. Nel 2012 hanno deciso di diventare vegane a causa delle condizioni di salute di Venus a cui è stata diagnosticata la sindrome di Sjogren. Per combattere gli effetti della malattia e migliorare il recupero fisico l’americana ha deciso di eliminare i cibi di derivazione animale. Risultato? Una seconda giovinezza tennistica che le ha permesso di tornare sugli standard di rendimento di inizio carriera.

Restando nel mondo della racchetta è importante citare l’esempio di Marina Navratilova. Vegana fin dal 1993, è una delle leggende di questo sport, ha vinto decine di tornei del grande Slam e ha dedicato gran parte della sua vita all’associazione animalista americana Peta.

Per rendersi conto dei benefici della dieta vegana sulle prestazioni sportive e mentali è sufficiente dare uno sguardo al film documentario su Negreanu, il giocatore di poker sportivo più vincente nella storia della disciplina. Nell’interessante pellicola, il campione sottolinea l’importanza della scelta del proprio regime alimentare per migliorare la concentrazione e la capacità di gestione delle situazioni sempre varie che si presentano duranti i tornei al tavolo verde.

Tra gli sportivi vegani di alto livello non mancano gli esempi italiani. Uno dei simboli della storia del nostro rugby, Mirco Bergamasco, ha optato per la dieta vegana e ha deciso di aprire un bistrot in cui il menù è a base di cibo esclusivamente vegetale. Situato nel centro di Padova, il “Doody’z”, coniuga la buona cucina con la filosofia scelta della ex leggenda della nazionale italiana.

Meagan Duhamel è una pattinatrice canadese capace di vincere la medaglia d’argento alle Olimpiadi Invernali di Sochi 2014 nel pattinaggio di figura a squadre con il compagno Eric Redford. Vegana fin dal 2008, la Duhamel ha dichiarato in molte interviste di sentirsi più in forma e carica di energie da quando ha deciso di scegliere una dieta priva di cibi di derivazione animale.

Chiudiamo la nostra rassegna di sportivi vegani famosi con uno dei veri e propri pionieri della dieta “green”. Stiamo parlando di Murray Rose, nuotatore australiano che nel corso della carriera ha stabilito 15 record del mondo, ha vinto 6 medaglie olimpiche, di cui 4 d’oro, ed è considerato uno dei migliori nuotatori di tutti i tempi. Durante una celebre intervista del 1958, Rose ha dichiarato che la sua medaglia d’oro del 1956 non sarebbe stata possibile senza il suo veganismo.

immagine di copertina via RitaE / CC0 1.0

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply