8 consigli per ristrutturare il bagno in maniera ecologica

0

Il bagno, nonostante si tratti nel maggiore dei casi della stanza più piccola della casa, è il luogo in cui avvengono i maggiori sprechi. Basti pensare al fatto che ben il 50% dell’acqua potabile usata quotidianamente, se ne va con i rubinetti e con lo sciacquone del wc. Se hai intenzione di ristrutturare bagno, devi assolutamente tenere in considerazioni una serie di accorgimenti che miglioreranno lo spreco di acqua potabile, ma non solo. Attenzione quindi a ridurre gli sprechi, ma anche ai mobili di arredo, le vernici le piastrelle e l’illuminazione.

Come per ogni intervento che mettiamo in pratica sulla nostra abitazione, anche il rifacimento bagno può essere eseguito con un occhio di riguardo alla sostenibilità. Fare una ristrutturazione in maniera green, non solo vi permetterà di ridurre gli sprechi, ma anche di abbassare i costi in bolletta e di farvi vivere in un ambiente più salubre.

Ecco quini alcuni semplici consigli utili per ristrutturare bagno in maniera ecologica.

8 consigli green per ristrutturare bagno

1. Scarico wc con doppio pulsante

Le vecchie e obsolete cassette per wc a ogni singolo scarico arrivano a sprecare ben sette litri d’acqua. Oggi invece è possibile trovare in commercio delle scatole con il doppio getto che consumano solo 0,8 litri per i rifiuti liquidi e 1,6 litri per i rifiuti solidi.

2. Rompigetto per la doccia

Per il soffione della doccia, acquista degli erogatori a flusso ridotto o rompigetto, capaci di erogare 2,5 litri di acqua al minuto, contro i 5-7 litri dei comuni erogatori. Questo dispositivo comporta un doppio risparmio anche in termini di energia richiesta per produrre acqua calda, poiché l’acqua erogata è minore.

3. Sensori su rubinetti e bidet

Per i rubinetti del lavandino e del bidet è possibile installare dei sensori di movimento, che interrompono il flusso quando non rilevano la presenza. Con questo sistema si riduce notevolmente lo spreco di acqua.

4. Piastrelle in ceramica di riciclo

Le piastrelle in ceramica sono meno soggette ai danni dell’umidità e il loro impatto sull’ambiente durante il processo di produzione è piuttosto basso. Negli ultimi anni sono state lanciate sul mercato piastrelle e mattonelle bagno che contengono alte percentuali di materiali riciclati, così da ridurre l’impiego di materie prime vergini e limitare la produzione di rifiut.

5. Illuminazione a led

Per quanto riguarda l’illuminazione, durante la vostra ristrutturazione bagno, meglio optare direttamente per i led, più costosi dei tradizionali, ma che vi ripagherete in bolletta nell’arco di pochi mesi. Le tante persone che sono passate a questo tipo di illuminazione hanno potuto constatare reali tagli alla bolletta dell’energia elettrica.

6. Mobili ecologici e formaldeide free

Per quanto riguarda l’acquisto del mobili per il vostro bagno, meglio preferire quelli realizzati con materiale ecologico o di riciclo. Il legno utilizzato per i mobili deve provenire da foreste gestite in maniera sostenibile. Evitate in maniera assoluta quelli che contengono formaldeide.

7. Ventola a risparmio energetico

Se il bagno in questione è cieco, allora bisognerà installare degli estrattori o delle ventole, facendo attenzione che queste siano  a risparmio energetico. Attenzione anche a come verranno impostate. Per prevenire la formazione di muffa sulle apreti del bagno, è importante lasciarla in funzione fino a 15 minuti dopo la doccia stessa.

8. Vernici ecologiche

Se dovete rifare il bagno, ricordate di scegliere anche vernici eco a basso impatto ambientale, prevalentemente a base acquosa, quindi non dannose per l’ambiente. Riconoscerle è semplice, in quanto contrassegnate da un apposito marchio di qualità ecologica certificato dall’Unione Europea.

Quanto costa rifare un bagno?

Dipende da molte cose. Spesso capita di trovare delle inserzioni pubblicitarie che ci propongono ristrutturazioni bagno a partire da 4000 euro, ma meglio farsi fare diversi preventivi, da ditte differenti, con tanto di sopralluogo degli artigiani, prima di scegliere a chi affidarsi. Ristrutturare bagno costi: Sul portale edilnet potete trovare una tabella con tutti i costi al metro quadro, che vi permetterà di calcolare quanto vi costa rifare il bagno di casa vostra.

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply