7 cose che (forse) non sapevi sulla Nutria

0

La nutria è un mammifero roditore originario del Sud America, unica specie vivente del genere Myocastor e della famiglia Myocastoridae. Da tempo, nonostante il danno imputato alla nutria sia assimilato a quello del tasso o di altri animali, è al centro di una campagna utile al suo sterminio, ma con scarsi risultati. A livello nazionale la nutria influisce infatti solo per un 5% sui costi erogati per indennizzare i danni. La nutria è un animale docile e pulito. E’ vegetariano e non ha mai ucciso nessuno. In molti lo stanno adottando come animale da compagnia.

Ma conosciamo davvero la nutria? Che ci fa in Italia? E’ un ratto? E’ carnivora? Ecco 7 cose che, forse, non sapevi sulla nutria.

1. In Sud America (e non solo) se la mangiano

Dal 1959 la nutria è carne commestibile per legge e all’estero la si consuma anche nei ristoranti. Tutt’oggi in Sud America o in alcune parti degli Stati Uniti è possibile trovare le nutrie anche nei menu dei ristoranti. E in Italia? In passato c’era anche una trattoria friulana che le serviva ai clienti.

2. E’ stata introdotta per essere usata il pellicceria

La nutria è stata introdotta in Italia all’inizio degli anni Venti del secolo scorso per la produzione di pellicce. A seguito della crisi del mercato delle pellicce, le aziende chiusero i battenti e, anziché affrontare i costi di abbattimento degli animali, liberarono le nutrie in natura. Grazie alla loro capacità di adattamento, le nutrie colonizzarono diversi ambienti naturali. I principali allevamenti intensivi di nutrie si trovavano in Asia, negli Stati Uniti e in molti paesi europei, come Francia, Scandinavia, Inghilterra e Olanda.

3. Viene chiamata anche “castorino”

La nutria, anche se molti associano ai ratti, è invece molto più simile al castoro, dal quale si differenzia per le dimensioni ridotte e per la forma della coda.

4. E’ (quasi) vegetariana

Le nutrie seguono una dieta variegata e sono per lo più amanti di piante acquatiche e radici. In assenza di queste, si nutrono anche di piccoli animali come lumache o mitili.

5. La nutria non porta malattie

Si tratta di una leggenda metropolitana. Le nutrie non portano malattie. Le analisi eseguite dagli Istituti Zooprofilattici dimostrano che la nutria non rappresenta un pericolo sanitario.

6. Ha una vita media di 4-6 anni

La nutria (o castoro sudamericano) in natura ha una vita media di 4-6 anni, in cativita’ puo’ rfaggiungere anche i 18 anni di vita (quindi in media 10-12).

7. E’ un animale docile e molto pulito

Non abbiate paura della nutria. Si tratta di un animale molto docile, per nulla aggressivo verso l’uomo o altre specie. Passa gran parte del tempo a curare il mantello e possiamo quindi considerarlo come un animale molto pulito.

Se non disturbata, la nutria non attacca spontaneamente né l’uomo né altri animali. Solo se messa alle strette e senza vie di fuga si difende come un qualunqua altro animale. Se abituata da piccola, in un habitat adatto, la nutria si rivela un ottimo animale da compagnia. In questi ultimi anni è aumentato in tutta Italia il numero di persone che ha adottato una nutria come animale da compagnia.

Abbattere le nutrie è inutile

A sostenere questa tesi sono scienziati e veterinari. Ucciderle,  oltre che non tenere in minima considerazione i diritti degli individui appartenenti a specie diverse dalla nostra, non serve a nulla.

Da oltre 20 anni si ammazzano le nutrie con ogni mezzo, ma il numero di capi abbattuti annualmente non cala. Questo significa che questa strage non è utile a nessuno se non a chi trae lucro da questa mattanza di animali inermi e a chili ha scelto come capro espiatorio di una errata gestione territoriale. E’ giunto il momento di puntare sugli unici metodi realmente efficaci, quelli ecologici e cruelty free.

Nutria foto

Ecco alcune foto della nutria.

nutria-fotonutria-foto-2nutria-foto-3

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply