Coccinella: porta fortuna (forse) e aiuta l’orto biologico

0

La coccinella, per l’utilità, l’inoffensività e l’aspetto dalla forma curiosa e dai colori vivi, induce un atteggiamento di simpatia anche in chi prova repulsione vera e propria verso gli insetti in generale. Alcuni le considerano dei portafortuna. La coccinella è un insetto considerato tra i più interessanti predatori impiegati nella lotta biologica. La sua presenza è proprio associata all’idea stessa dell’orto biologico.

Le coccinelle sono una famiglia di insetti dell’ordine dei Coleotteri, presente in tutto il mondo, con circa 6.000 specie descritte.

La coccinella rossa

La specie più nota e conosciuta è la Coccinella Septempunctata, ossia la coccinella dei sette punti o coccinella comune. L’adulto raggiunge una dimensione di 6-7 mm e si caratterizza per le elitre di colore rosso arancio, segnate da 7 punti neri, 3 per ciascuna elitre più una al centro. Questa coccinella compie solitamente una generazione all’anno ed è molto attiva nel periodo primaverile.

coccinellaLa coccinella gialla

La coccinella gialla è la Thea 22-Punctata. Si tratta di una particolare specie che non si nutre di parassiti animali, bensì dei miceli responsabili delle malattie crittogamiche quali oidio e peronospora. L’adulto della coccinella gialla ha una livrea gialla, con una fitta punteggiatura nera.

coccinella gialla

La coccinella nell’orto biologico

In natura non esistono solo insetti parassiti, che provocano danni alle coltivazioni, ma anche insetti utili. Tra questi menzione speciale merita la coccinella (eccetto la specie asiatica Harmonia axyridis).

Le coccinelle sono principalmente entomofaghe, e si nutrono di insetti di altre specie, soprattutto parassiti. Per questo in agricoltura possono essere utili per combattere in modo naturale i parassiti che mettono a rischio la salute di piante e fiori.

Da qui, il vantaggio di non usare nell’orto sostanze inquinanti come insetticidi. Dannosi non solo per l’ambiente, ma essendo a largo spettro, sono svantaggiosi in quanto eliminano dall’ambiente anche gli insetti utili all’ecosistema.

Cosa mangiano le coccinelle

Come detto sopra, le coccinelle sono principalmente entomofaghe, cioè si nutrono di insetti di altre specie. Tuttavia oltre agli insetti la coccinella può anche nutrirsi di polline e, in alcuni casi particolari, perfino di altri esemplari della sua stessa specie.

Come attirare la coccinella nel proprio orto

Se vogliamo agevolare la presenza delle coccinelle nel nostro orto, possiamo attrezzarci con delle casette in legno per insetti.

Le coccinelle in autunno cercheranno un luogo adeguato in cui svernare, come cortecce degli alberi, sotto le foglie secche, sotto le pietre e nei luoghi il più possibile riparati.

Le casette per gli insetti, che potete realizzare fai da te o anche acquistare, hanno la forma di una piccola casetta e nelle sue apposite fessure le coccinelle possono trovare rifugio per ripararsi dal freddo. La casetta va fissata al terreno con dei pali in legno, magari in prossimità dell’orto e in una posizione soleggiata.

Coccinella portafortuna

Nei racconti mitologici le coccinelle sono legate alle dee della fortuna e dell’abbondanza, grazie al loro colore rosso, considerato di buon auspicio.

Coccinella in inglese si dice ladybird, cioè “uccellino della donna” o  ladybug, cioè “insetto della donna”. In russo God’s cow, “femmina del Signore”. In Finlandia il termine marienvoglein “insetto di Maria”, ha preso il posto di freyuhaena, in onore a Freya, la dea dell’abbondanza nella mitologia scandinava.

Le leggende sulla coccinella

Nei paesi nordici si dice che quando una coccinella ti sfiora si avvera un desiderio.

In Italia:

  • se si posa addosso porta fortuna per un numero di mesi pari a quello di punti neri presenti sulle sue elitre rosse;
  • se entra in camera da letto porta fertilità;
  • se si posa sulla mano di una ragazza nubile, si sposerà presto;

About Author

Valerio Meregalli

Mi chiamo Valerio, ho 35 anni e vivo nella brianza monzese. Sono un sognatore, adoro la montagna, i viaggi ed il fai da te estremo. Ideatore del progetto lecobottega, seguo con molta passione tutti i temi legati al mondo green. Ogni nostro gesto ha delle conseguenze sull'ambiente e sul prossimo. Bastano delle piccole attenzioni per vivere una vita più sostenibile. Non invitatemi a cena, sarò il vostro incubo peggiore! Google+

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply