Fotovoltaico fai da te: Come fare, costi e normativa

0

Hai un tetto ben esposto, un terrazzo orientato a sud o un giardino che non sfrutti, oppure una baita in montagna, un camper o una barca a vela e vorresti installare un impianto fotovoltaico senza dover contattare un’impresa di installazione? Puoi realizzare il tuo impianto fotovoltaico fai da te ed avere energia per le tue utenze, senza spendere troppo e senza avere specifiche competenze! Attenzione però a come fare e alla normativa.

Quanto costa installare un impianto fotovoltaico se chiamo un’impresa

Grazie alla continua riduzione del costo di un impianto fotovoltaico, per via dello sviluppo delle tecnologie e della riduzione delle materie prime necessarie alla costruzione dei pannelli, oggi è possibile avere un notevole vantaggio rispetto al passato anche senza sistemi di incentivazione.

I costi del fotovoltaico chiavi in mano, che nel 2005 si aggiravano sui 9.000 Euro a kW, sono scesi agli attuali 1.800-2.200 Euro del 2016-2017 in funzione della potenza e del tipo di pannelli fotovoltaici utilizzati.

Sembrerà assurdo, ma oggi, anche senza il famoso incentivo “conto energia”, realizzare un impianto fotovoltaico è ancora più conveniente in quanto il costo dell’energia elettrica sta raggiungendo dei prezzi che superano i 0,30 Euro a kWh anche per utenze domestiche da 3kW e con un consumo annuo di 4500 kWh.

Cosa cambia se l’impianto lo faccio fai da te?

Se volete risparmiare e installare l’impianto fotovoltaico fai da te, senza contattare l’impresa, sappiate che è possibile, ma non potrete allacciarlo alla rete ENEL.

Solo i professionisti e gli elettricisti abilitati possono occuparsi delle connessioni elettriche, delle certificazioni e dell’allaccio in rete ENEL. Per la connessione in rete dell’impianto fotovoltaico è infatti necessario operare seguendo rigorosamente le normative vigenti. Anche il progetto per le autorizzazioni e gli allacciamenti deve essere fatto e firmato da un tecnico abilitato.

 

Cosa me ne faccio di un impianto fotovoltaico se non posso collegarlo all’impianto elettrico delle casa?

Si possono utilizzare i propri pannelli per produrre energia e poi accumularla in batterie, oppure auto-consumarla tutta sul momento. Questo sistema permette di avere risparmio in bolletta, in quanto sarà di supporto all’impianto elettrico casalingo.

Questa si rivela una soluzione ottimale se possiedi una barca, un camper, una baita in montagna o una casetta di campagna o al mare o comunque in un qualsiasi luogo sprovvisto di allaccio alla rete elettrica nazionale. Grazie ad un’impianto fai da te, potrai alimentare le tue utenze attraverso l’energia solare.

Oppure potrete utilizzare il vostro impianto fotovoltaico fai da te per alimentare alcune zone della vostra abitazione, come l’illuminazione esterna, scollegandole quindi dalla rete elettrica.

Altro esempio? Potrete avere corrente nella vostra capanna degli attrezzi. Con un kit fotovoltaico da 200 Watt potrete avere la luce, alimentare il trapano, ricaricare lo smartphone e ascoltare una radio FM, come se foste collegati alla normale rete elettrica!

Costi per un impianto fotovoltaico fai da te da 200W

Un kit completo per installare un impianto solare da 200 Watt (potenza adatta per gli esempi sopra riportati) può costare dai 400 ai 600€. Dipende dai componenti e se compresi di batteria.

Autorizzazioni per installare impianto fotovoltaico fai da te

Chiarito il punto sulla impossibilità di collegare l’impianto fai da te alla rete elettrica, devi sapere che, se i pannelli solari sono amovibili, non necessitano di nessuna autorizzazione comunale. Se invece i pannelli si fissano sul tetto della casa, avranno bisogno nella gran parte dei casi di una semplice comunicazione preventiva all’ufficio tecnico del Comune.

L’impianto fotovoltaico fai da te: le 2 tipologie

Per la realizzazione di un impianto fotovoltaico fai da te , potrete optare per l’acquisto dei singoli componenti, oppure per dei kit fotovoltaico, completi di tutto. Nel primo caso, è necessaria una certa competenza, in quanto dovrete occuparvi di scegliere con cura i pannelli fotovoltaici, gli inverter, accumulatori, i cablaggi e i dispositivi di connessione. Preferendo invece un impianto fotovoltaico in kit, avrete già pronto tutto l’occorrente, correttamente bilanciato e le istruzioni per il montaggio.

L’ impianto fotovoltaico fai da te con i Kit fotovoltaici

In commercio è possibile trovare molti differenti kit fotovoltaici pronti al montaggio: da quello che prevede l’allaccio in rete – utile se sei un installatore – a quello con batterie di accumulo, adatto per l‘installazione fai da te.

I componenti di un Kit fotovoltaico con potenza nominale da 200W:

  • 2 pannelli fotovoltaici da 100 Watt ognuno;
  • 1 regolatore di carica;
  • 1 inverter;
  • 1 batteria;
  • set connettori;
  • libretto installazione;

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply