Contenitori per alimenti, 5 motivi per evitare quelli in plastica

0

La plastica è indubbiamente il materiale più utilizzato per la realizzazione dei contenitori per alimenti. Economici e robusti, questi contenitori sin dall’inizio degli anni ’80 sono entrati massivamente nelle nostre case. Li usiamo per conservare il cibo avanzato, per riscaldarlo, congelarlo e portarlo, magari, con noi a lavoro per la pausa pranzo.

Plastica e cibo, siamo certi della sicurezza di questo binomio? Vediamo 5 buone ragioni per non utilizzare i contenitori per alimenti in plastica, per preferire i più sicuri ed ecologici contenitori ermetici in vetro.

1. I contenitori in plastica per alimenti contengono il bisfenolo A

I contenirori per alimenti in plastica spesso contengono bisfenolo A, meglio conosciuto anche come BPA. Si tratta di un interferente endocrino in grado di trasmigrare facilmente dalla plastica al loro contenuto alimentare. Questo componente chimico potrebbe compromettere il corretto funzionamento del nostro sistema ormonale e causare danni al nascituro e provocare infertilità.

Da precisare che ad oggi non esistono evidenze scientifiche che provano che i contenitori in plastica siano pericolosi, ma è stato comunque accertato che sostenze tossiche come il bpa possano raggiungere l’organismo.

2. La plastica rilascia sostanze a contatto con gli alimenti

La plastica, in presenza di calore, tende a rilasciare le proprie sostanze a contatto con gli alimenti grassi. Soprattutto se i cibi contengono una parte liquida o grassa, come burro o olio. Se volete conservare la cena avanzata in un contenitore alimentare di plastica, meglio aspettare che si freddi. Meglio evitare di scaldare il cibo nel microonde, quando riposto all’interno di questi contenitori.

Secondo uno studio condotto da parte dell’FDA nel 1988, alcuni componenti delle confezioni considerate adatte ad essere inserite nel microonde, hanno mostrato di poter migrare verso il cibo riscaldato, rilasciando bassi livelli della sostanza cancerogena chiamata benzene.

3. Anche i coloranti del contenitore plastica per alimenti migrano nel cibo

Attenzione ai contenitori colorati per i bambini, per i quali si preferisce frequentemente la plastica, perché infrangibile, ma con l’aggravante dei decori colorati. Anche i coloranti migrano nel cibo.

4. Rivoltate i vostri cassetti. I più vecchi sono i più pericolosi

Occhio ai simboli – quelli col numerino e il simbolo del riciclo – riportati sui vostri vecchi contenitori. Andate a prendere tutti i vostri vecchi contenitori in plastica e verificate quale simbolo c’è stampato sopra. Alcuni di questi sono pericolosi e, se non c’è stampato nessun simbolo, potrebbero essere i peggiori. Evitare le plastiche 3, 6 e 7. Contengono PVC, polistirene e Bpa. Il numero 7 può anche identificare la sicura ed ecologica bioplastica, ma deve essere specificato.

I numeri 1, 2, 4, 5 indicano contenitori relativamente sicuri per il cibo. Il miglior tipo di plastica per la conservazione a lungo termine dei cibi è il polietilene ad alta densità (HDPE), che viene indicato con il numero “2”. L’HDPE è una delle plastiche più stabili e inerti, e tutti i contenitori pensati per la conservazione dei cibi sono fatti in questo materiale. Altre plastiche ritenute accettabili sono il PETE, il LDPE e il polipropilene (PP). Questi materiali sono indicati, rispettivamente, con i numeri 1, 4 e 5.

5. Il contenitore non ha la guarnizione? I cibi non saranno ben conservati

Molti contenitori per alimenti in plastica non sono dotati della guarnizione in gomma sotto al coperchio, che dovrebbe consentire una corretta sigillatura ermetica del contenitore. Senza questa guarnizione, il cibo può venire a contatto con aria, umidità e piccoli insetti.

Le migliori alternative ai contenitori in plastica sono i contenitori per alimenti in vetro. Atossici, sicuri ed ecologici. Alcuni modelli di contenitori in vetro possono anche essere messi in forno tradizionale o microonde, senza alterare e contagiare in alcun modo il cibo.

contenitore per alimenti chiusura ermetica

immagine contenitore per alimenti in plastica via shutterstock

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply