Coltivare i germogli di soia senza comprare un germogliatore (TUTORIAL)

0

Ogni momento dell’anno è buono per cominciare a produrre germogli fai da te, magari partendo da un riciclo creativo per realizzare un vero e proprio germogliatore.

I germogli sono i semi germogliati di cereali, legumi, o altri vegetali, sono grande fonte di vitamine e hanno moltiplicati i valori nutritivi, se consumati crudi. I germogli sono economici da coltivare in casa, senza l’utilizzo di costosi germogliatrici o apparecchi particolari.

In particolar modo, i germogli di soia aiutano ad abbassare il colesterolo, puliscono le arterie e sono diuretici e quindi indicati nelle persone che devono tenere un regime alimentare particolarmente sano. Le poche calorie dei germogli di soia crudi li rendono alimenti perfetti per diete ipocaloriche.

Se vuoi provare a coltivare in casa i germogli, senza acquistare il germogliatore, In questo tutorial vedremo come trasformare un semplice barattolo di plastica in un’efficace germogliatore.

Materiali

  • barattolo in plastica (come quelli che contengono le olive o il gelato)
  • collant legggeri rotti
  • forbici
  • taglierino
  • vecchio tagliere
  • un appendino in metallo
  • pinze
  • semi per germogli (in questo caso di fagioli verdi Mung)

riciclo creativo

Procedimento

Prendere il coperchio del barattolo e con il taglierino eliminare la parte centrale, senza rompere il bordo esterno. Si otterrà un anello che comunque farà presa sulla chiusura.

riciclo creativo

Dai collant ricavare un rettangolo largo un paio di centimetri in più rispetto alla circonferenza del barattolo.

riciclo creativo

Questo rettangolo sarà da posizionare teso sull’apertura del barattolo e fermato con l’anello creato in precedenza.

riciclo creativo

Per creare il supporto del germogliatore prendere un appendino in metallo e sagomarlo come mostrato in figura.

riciclo creativo

Piegare verso l’interno la parte del gancio ed eliminare l’uncino con la pinza.

riciclo creativo

Prendere i semi scelti da far germogliare, ne basterà una manciata. Metterli a bagno per una notte intera.

riciclo creativo

Il mattino dopo eliminare l’acqua e lasciarli a testa in giù sul supporto.

riciclo creativo

Occorre bagnarli 2-3 volte al giorno per una decina di minuti e lasciarli scolare sul supporto. Quando cominceranno a spuntare le foglioline sono pronti per essere mangiati, solitamente dopo circa tre giorni.

riciclo creativo

Prima di finire nel piatto o in padella, occorre eliminare tutte le bucce dei semi: prendere un lava insalata, riempirlo d’acqua e mettere all’interno i germogli. Vedrete che le bucce tenderanno a rimanere a galla e sarà possibile eliminarle facilmente. Saranno rimaste altre bucce sul fondo, sollevare la parte centrale del lava insalata e immergere nuovamente, vedrete che altre bucce rimarranno a galla. Proseguire fino a quando non ci saranno più bucce. E’ un’attività divertente da proporre anche i bambini.

riciclo creativo

Adesso è il momento di sperimentare gustose ricette, buon appetito!!

riciclo creativo

Questo sistema permette di produrre piccole quantità di germogli. Per produzioni maggiori consiglio un vero e proprio germogliatore.

About Author

Valentina Scuteri

Grafica di professione e dipendente da tutto quello che genera colore. In continua evoluzione, amo sperimentare differenti tecniche e materiali, soprattutto di riciclo, tenendo sempre le mani in movimento e cercando di rispettare quello che mi circonda. Dal 2010 appunto sul blog mami chips & crafts tutto quello che realizzo con l’aiuto del mio valido aiutante: il mio bimbo, è lui la principale fonte di ispirazione.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply