Come si fanno i Wurstel? Con la carne separata meccanicamente. Ecco cos’è

0

Il wurstel è uno di quei cibi spesso presenti nei frigoriferi di casa. Come per gli insaccati, anche il wurstel è un prodotto molto pratico per preparare dei panini veloci. Scottato alla griglia e passato in qualche salsa, rappresenta un piatto saporito, grande classico delle grigliate estive.

Tradizionalmente il würstel, nato tra Germania, Austria e Svizzera, è un insaccato ottenuto dalla macinatura di carne suina e/o bovina; in base alla ricetta locale e al tipo di würstel, agli ingredienti, alle forme, alle grammature, al budello esterno, al metodo di conservazione.

Nei supermercati in Italia troviamo però solo wurstel qualitativamente scadenti, che nulla hanno a che fare con quelli tradizionali. Il dettaglio che fa la differenza è la provenienza ed il metodo di lavorazione dell’ingrediente primario: la carne.

E se ti chiedessi se sai di che cosa è fatto il wurstel che compri al supermercato, sapresti rispondermi? E invece se ti chiedessi come viene prodotto? Se sei arrivato qui, probabilmente non sai rispondere a queste domande.

Ecco come si fanno i Wurstel

L’ingrediente principale dei wurstel di pollo è la “carne separata meccanicamente” o “poltiglia rosa”, ovvero un sottoprodotto della macellazione, ottenuto dalla spremitura delle carcasse. I wurstel di suino sono ottenuti da vera carne macinata. Ti consigliamo di vedere questo video sulla macellazione dei suini, di cui non mettiamo l’anteprima, solo se sei preparato e pronto a vedere immagini forti.

La carne separata meccanicamente

La procedura per ottenere la carne separata meccanicamente dei wurstel di pollo è pressapoco questa: Dopo avere tolto petto e cosce e scartato la pelle, le zampe e il collo, le carcasse di pollo vengono trasferite in speciali presse meccaniche, dove sono macinate e fatte passare attraverso setacci molto fini per eliminare i residui delle ossa. Ottenuto la poltiglia rosa, si aggiungono addensanti e conservanti in quantità.

La stessa poltiglia viene utilizzata non solo per preparare i wurstel, ma anche per produrre cotolette impanate con verdure, bocconcini di pollo e preparazioni a base di tacchino.

Gli altri ingredienti dei wurstel? L’elenco non esaustivo, pressapoco uguale in tutti i wurstel della grande distribuzione è questo: Carne separata meccanicamente: 49% pollo, 38% tacchino. Latte scremato in polvere reidratato, sale, aromi, esaltatore di sapidità E621, antiossidanti ascorbato di sodio, stabilizzanti E450, E452, conservanti nitrito di sodio, aromatizzanti di affumicatura.

Il Wurstel? È pericoloso come le sigarette

Il wurstel non solo è qualitativamente scadente e fa parte di un’industria di morte crudele per avicoli e maiali, ma è anche pericoloso, almeno quanto le sigarette. Ad affermarlo è l’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo un documento dell’International Agency for Research on Cancer (Iarc), infatti,  le carni lavorate come carni in scatola, hot dogs e insaccati sono cancerogene e vanno inserite nel gruppo 1 delle sostanze che causano il tumore, allo stesso livello di fumoalcol, arsenico e benzene.

Vuoi davvero continuare a mangiare questa roba?

immagine wurstel via shutterstock

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply