Tecnologia usata: anche questo è rispetto per l’ambiente

0

A volte, per scherzare, si dice: certo che, oggi, compri l’ultimo modello di smartphone e, quando esci dal negozio… è già vecchio.

Un’esagerazione, è vero, ma che nasconde una sottile verità: i velocissimi sviluppi delle tecnologia che lancia sul mercato prodotti sempre nuovi con una frequenza incredibile. Se, però, in passato ogni nuova uscita portava con sé anche sensibili migliorie a livello tecnologico, negli ultimissimi tempi anche la tecnologia si è più stabilizzata, permettendo ai nuovi dispositivi di non diventare obsoleti, almeno a livello delle funzioni principali, nel giro di qualche mese. Questo fattore ha dato un impulso notevole a un settore finora poco considerato: quello della vendita di elettronica usata online.

Da un lato molti utenti, soprattutto in Italia, rincorrono comunque gli ultimi modelli di smartphone ma dall’altro, però, i dispositivi vecchi dei quali gli stessi utenti si liberano possono ancora fare egregiamente il loro mestiere. Ecco che, prima di acquistare, in tanti mettono in vendita i loro dispositivi elettronici.

Un vero e proprio circolo virtuoso, che permette a tanti di comprare degli smartphone di ottima qualità (e delle principali marche) a prezzi “da usato” e, soprattutto, mette in moto una sorta di “riciclo” degli apparecchi tecnologici, diminuendo l’enorme quantità di pezzi di smartphone che ogni anno finiscono nell’ambiente.

Per comprendere la portata del fenomeno, si pensi che per il 2016 il valore del mercato degli smartphone usati è stimato intorno ai 17 miliardi di dollari, con una compravendita di 120 milioni di pezzi (contro gli 80 del 2015) per un valore medio di 140 dollari ciascuno! Infatti seguendo quest’ottica sono molti i siti web che vendono elettronica usata online e fra le loro pagine si possono trovare smartphone, televisori, macchinette fotografiche, casse per stereo e molto altro.

Numeri impressionanti che, letti in un’ottica “green”, significano una bella boccata d’ossigeno anche per l’ambiente. Certo, su un mercato globale di 1,6 miliardi di soli smartphone, senza contare tutto il resto dei prodotti di elettronica, si tratta ancora di una percentuale piuttosto bassa, ma la sua crescita è esponenziale, con valori 4 o 5 volte maggiori di quelli dei telefonini nel suo complesso.
In ogni caso l’ambiente, e le tasche, ringraziano.

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply