Cambiare il mondo si può. Basta un solo giorno (VIDEO)

0

I problemi del mondo non possono essere risolti con una bacchetta magica. Ma cambiare abitudini di un giorno, un solo giorno, può fare una grande differenza.

E’ cosi che inizia questo filmato, su musica del noto musicista Moby, icona della rivoluzione vegan, che racconta con una straordinaria semplicità l’impatto dell’industria dell’allevamento sul pianeta.

Se vuoi davvero cambiare il mondo, il segreto è l’alimentazione. Se tutti in Gran Bretagna rinunciassero a mangiare carne per un solo giorno a settimana, la riduzione dei gas ad effetto serra ottenuta, sarebbe equivalente a quella di 5 milioni di auto.

La spiegazione di tutto ciò è molto semplice. Prendi una mucca, che nell’allevamento viene alimentata a soia, legume che viene coltivato in gran parte su terreni sottratti alle foreste. Questa mucca, per produrre un solo hamburger, deve mangiare un chilogrammo di mangime e consumare in totale 11.000 litri di acqua.

La domanda sorge spontanea. Ma non sarebbe meglio coltivare i terreni per sfamare direttamente la popolazione, senza sfruttare le mucche? Molte più persone potrebbero essere sfamate e ci sarebbe una notevole riduzione della fame nel mondo, ci sarebbe meno inquinamento e il mondo non sarebbe così surriscaldato.

E tutto questo sarebbe possibile se un lunedì qualunque decidessi di non mangiare carne. Che differenza fa un giorno? La differenza sei tu.

Ecco il filmato “What a difference a day makes”

Per approfondire il tema, è vivamente consigliata la visione del documentario Cowspiracy: The Sustainability Secret. Documentario del 2014 prodotto e diretto da Kip Andersen e Keegan Kuhn con la collaborazione di Leonardo Di Caprio.

Il film Cowspiracy esplora l’impatto dell’allevamento e dell’industria animale sull’ambiente, investigando le politiche delle organizzazioni ambientaliste su questa questione. Fra le organizzazioni ambientaliste interrogate nel film vi sono Greenpeace, Sierra Club, Surfrider Foundation e Rainforest Action Network.

About Author

Valerio Meregalli

Mi chiamo Valerio, ho 35 anni e vivo nella brianza monzese. Sono un sognatore, adoro la montagna, i viaggi ed il fai da te estremo. Ideatore del progetto lecobottega, seguo con molta passione tutti i temi legati al mondo green. Ogni nostro gesto ha delle conseguenze sull'ambiente e sul prossimo. Bastano delle piccole attenzioni per vivere una vita più sostenibile. Non invitatemi a cena, sarò il vostro incubo peggiore! Google+

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply