La birra non è Vegana. Ecco perchè

0

Anche negli alimenti e nelle bevande più impensabili, sono contenuti degli ingredienti di origine animale. L’esempio più eclatante è quello della birra.

Davvero difficile pensare che la birra non contenga altro che i quattro ingredienti principali: acqua, malto, luppolo e lievito, eppure chi segue una dieta vegana deve fare attenzione sempre, la colla di pesce può essere ovunque.

Questo ingrediente, che proviene dalle vesciche natatorie essiccate dei pesci, viene utilizzato nella produzione della birra come chiarificatore. Questa sostanza gelatinosa viene aggiunta dai birrai per avere meno depositi sul fondo della bottiglia, e poi rimossa. Sicuramente possono rimanerne delle tracce nella birra dopo la sua rimozione.

Non solo colla di pesce, ma nella birra possono essere presenti anche gelatina, caseina, carbone, terra di diatomee, Insetti – possono essere impiegati per i coloranti, come nel caso della cocciniglia – glicerilmonostearato, pepsina, zucchero bianco – il cui processo di sbiancamento può comportare l’impiego di ossa animali.

Come ci rivela il sito Barnivore, portale che raccoglie un elenco di tutte le birre e vini veg, gli ingredienti di origine animale sono più comunemente impiegati nelle birre industriali prodotte in Inghilterra e negli Stati Uniti. Molto meno utilizzati invece nelle birre belghe e tedesche prodotte con i metodi tradizionali.

birra vegana

Birre Vegane in Italia

Restando invece in Italia, tra le birre che possono definirsi vegan friendly ci sono: Beck’s, Budweiser, Heineken (bottiglia e lattina), Peroni, Nastro Azzurro e Moretti.

immagine birra vegan via shutterstock

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply