Confermati per il 2016 l’ecobonus al 65% e la detrazione al 50% per le ristrutturazioni edilizie

0

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 30 dicembre, la Legge di stabilità 2016 è entrata ufficialmente in vigore dal 1° gennaio 2016.

Per il 2016 si potrà continuare ad usufruire, come per il precedente anno, delle agevolazioni fiscali al 50 e al 65%, rispettivamente per le ristrutturazioni edilizie e per gli interventi che riguardano l’efficientamento energetico delle abitazioni.

2016 Detrazione 65% per l’efficienza energetica

detrazione 65% ristrutturazione

immagine ristrutturazione via shutterstock

Le detrazioni al 65% valgono le spese per la sostituzione di porte e finestre, per installare nuovi climatizzatori, pannelli solari per la produzione di acqua calda, per realizzare coperture, pavimenti e altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, ma anche per realizzare lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose, nonché per la rimozione dell’amianto e le schermature solari.

L’ecobonus del 65% riguarderà anche che alcuni interventi di domotica, come “l‘acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti (comma 88).

2016 Detrazione 50% per i lavori di ristrutturazione

ristrutturazione casa

immagine ristrutturazione casa via shutterstock

Le detrazioni al 50% per i lavori di ristrutturazione edilizie hanno un tetto di spesa di 96.000 euro e potranno essere sfruttate per interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali; interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo, per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze; interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi; interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a proprietà comune.

Bonus mobili 2016

Le detrazioni al 50% saranno allargate anche al bonus mobile, su un limite di spesa di 10.000 euro per i mobili acquistati per un’abitazione in ristrutturazione. Sono compresi nel bonus gli acquisti di letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione che fanno parte dell’arredo dell’immobile in ristrutturazione.

Il bonus mobili 2016 vale anche per l’acquisto di elettrodomestici esclusivamente di classe A + o superiore, come frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Mobilità sostenibile

Per quanto riguarda la mobilità sostenibile, la manovra economica stanzia 91 milioni di euro nel triennio 2016-2018 che saranno destinati alla progettazione e realizzazione di un sistema nazionale di ciclovie turistiche, alla progettazione e realizzazione di ciclostazioni e ad interventi per la sicurezza della ciclabilità cittadina.

immagine lavori in casa via shutterstock

About Author

Valerio Meregalli

Mi chiamo Valerio, ho 35 anni e vivo nella brianza monzese. Sono un sognatore, adoro la montagna, i viaggi ed il fai da te estremo. Ideatore del progetto lecobottega, seguo con molta passione tutti i temi legati al mondo green. Ogni nostro gesto ha delle conseguenze sull'ambiente e sul prossimo. Bastano delle piccole attenzioni per vivere una vita più sostenibile. Non invitatemi a cena, sarò il vostro incubo peggiore! Google+

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply