Insalata russa Vegan, più buona e meno pesante della tradizionale (RICETTA)

0

Nel periodo festivo, qualsiasi pranzo o cena che si rispetti, deve assolutamente avere nel menù una buona insalata russa.

L’insalata russa è tra le più conosciute tra le insalate ed è tipicamente servito come antipasto.

Questa insalata, conosciuta nella tradizione russa come Insalata moscovita o Insalata Olivier è di probabile origine francese. Sembra che l’originale fosse composta da ostriche,caviale e gamberetti mescolati in salsa maionese. L’insalata russa era un piatto per veri ricchi ed è divenuto nel tempo una insalata più economica con le verdure che hanno preso il posto del pesce.

A veganizzarla, nel tempo, ci ha in parte pensato la tradizione, eliminando quindi il pesce, sostituendolo con le verdure. Ma per una vera insalata russa vegana, anche la maionese, componente principale del piatto, deve essere vegana, quindi senza latte e uova.

Per preparare una perfetta insalata russa vegan non è difficile. Dovete innanzitutto preparare una buona maionese vegan e poi saper tagliare le verdure in tocchetti uniformi. La variante vegana di questa insalata risulterà molto meno pesante rispetto a quella originale.

Ingredienti per 5 persone

  • 150 g di patate
  • 100 g di carote
  • 100 g di piselli
  • maionese vegan
  • un cucchiaio di capperi

Preparazione

Per prima cosa fate bollire in acqua salata le patate e le carote intere e tagliatele in maniera regolare. Fate bollire anche i piselli e scolateli al dente.

insalata russa vegan

immagine insalata russa vegan via shutterstock

Fate raffreddare le verdure e preparate la maionese vegan.

Una volta pronta la maionese, aggiungete le verdure precedentemente cotte e amalgamatele alla maionese con delicatezza.

Aggiungete i capperi, mescolate e poi assaggiate e regolate di sale l’insalata. Servite in una ciotola con dei crostini di pane.

insalata russa vegana

immagine insalata russa vegan via shutterstock

immagine insalata russa vegan via shutterstock

About Author

Valerio Meregalli

Mi chiamo Valerio, ho 35 anni e vivo nella brianza monzese. Sono un sognatore, adoro la montagna, i viaggi ed il fai da te estremo. Ideatore del progetto lecobottega, seguo con molta passione tutti i temi legati al mondo green. Ogni nostro gesto ha delle conseguenze sull'ambiente e sul prossimo. Bastano delle piccole attenzioni per vivere una vita più sostenibile. Non invitatemi a cena, sarò il vostro incubo peggiore! Google+

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply