Latte vegetale, non solo soia! Ne esistono ben 16 tipi

0

Sembra latte ma non è latte. Dall’aspetto e dalla consistenza molto simili a quelle del latte vaccino, il latte vegetale si conferma come una valida alternativa per la colazione o lo spuntino di tutti i giorni.

A confermarlo, sono i dati di questi ultimi mesi. Gli italiani consumano a colazione meno latte fresco (-6 per cento) e a lunga conservazione (-2,7 per cento), ma molto più latte di soia (+13,8 per cento) e di riso (+2,5 per cento).

Il più utilizzato è il latte di riso, ma tutti i tipi di latte vegetale possono essere utilizzati per una colazione tradizionale, e come alternativa al latte vaccino nella preparazione dei cibi e dei dolci. Come per il latte vaccino, il consumo dovrebbe essere moderato (125-250 cc al giorno).

Che cos’è il latte vegetale?

Il latte vegetale è una bevanda che si ricava da alcuni alimenti di origine vegetale. I latti vegetali più comuni sono quelli ricavati da soia, riso, cocco, mandorle, avena e miglio, ma ne esistono molti altri. Il latte vegetale può essere acquistato in un qualsiasi supermercato, oppure può essere fatto in casa.

Il latte vegetale fatto in casa è più naturale e da preferire a quello acquistato, che contiene invece conservanti e sostanze aromatizzanti dolci.

16 tipi di latte vegetale

Latti vegetali di cereali: Latte di avena, Latte di grano, Latte di orzo, Latte di riso.

Latti vegetali di legumi: Latte di lupini, Latte di piselli, Latte di arachidi, Latte di soia.

Latti vegetali di noci: Latte di mandorla, Latte di anacardio, Latte di cocco, Latte di nocciola.

Latti vegetali di semi: Latte di canapa, Latte di quinoa, Latte di semi di sesamo, Latte di semi di girasole.

I vantaggi del latte vegetale

  • Non contiene né lattosio né colesterolo
  • É povero di grassi
  • Possiede un’alta percentuale di grassi monoinsaturi e polinsaturi
  • Possiede un alto contenuto di vitamine del gruppo B
  • Offre un apporto equilibrato di sodio e potassio
  • È perfetto per persone dalla digestione lenta, con problemi di stitichezza o di colon irritabile

latte vegetalePrecauzioni e consigli all’uso

  • Non abusate di latte vegetale, soprattutto quelli derivati dalla frutta secca
  • Controllate la provenienza: meglio le coltivazioni biologiche per evitare di introdurre residui di pesticidi e fitofarmaci o di incorrere in prodotti realizzati con organismi geneticamente modificati
  • Evitate i prodotti con zuccheri aggiunti e/o olio vegetali non ben specificati
  • Verificate che il latte scelto non contenga aggiunte di grassi e sodio
  • Per diversificare gli apporti nutrizionali, alterna i vari tipi di latte vegetale che trovi in commercio
  • I latti vegetali hanno dei gusti diversi, e quindi potrà essere necessario assaggiarne più d’uno per trovare la bevanda che fa al caso tuo

immagine latte vegetale via shutterstock

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply