3 suffumigi naturali contro raffreddore e naso chiuso

0

Molti di noi in questi giorni, causa il continuo cambio di temperatura, sono alle prese con raffreddore e naso chiuso.

Raffreddori, ma anche riniti ed influenze, sono tra i malesseri più comuni in questo periodo a scatenare l’infiammazione delle mucose nasali con conseguenti accumuli di muco nelle cavità. Il risultato è quello di avere difficoltà respiratorie e notti insonni.

In gran parte dei casi, il raffreddore è un disturbo temporaneo che, senza l’ausilio di farmaci, può essere combattuto in maniera naturale con dei suffumigi.

I suffumigi, che si possono chiamare anche vapori o fumenti, sono infatti dei veri e propri toccasana contro naso chiuso e raffreddore. Molti di noi hanno di sicuro fatto la prima esperienza con questi vapori grazie ai consigli della nonna, che poi ci copriva il capo con una asciugamano e ci raccomandava di respirare a pieni polmoni.

Come fare i suffumigi

Il procedimento per fare i fumenti è molto semplice. Si mette l’acqua sul fuoco e si porta ad ebollizione, poi si toglie la pentola dal fornello e si aggiunge un principio attivo. Poi, seduti in tutta tranquillità, si avvicina il viso alla pentola, ci si copre il capo con un asciugamano e si inalano i vapori che si propagano, per almeno 15 minuti.

1. Suffumigi con bicarbonato

Di facilissima reperibilità, il bicarbonato, utilizzato per i suffumigi, è il metodo più utilizzato per decongestionare le vie respiratorie. Aggiungere 2 cucchiai da cucina all’acqua calda. Per prepararlo mettete a bollire in una pentola un litro d’acqua che una volta giunta a ebollizione dovrete versare in una bacinella a cui aggiungere due cucchiai di bicarbonato di sodio.

2. Suffumigi con olio essenziale di eucalipto

Un altro rimedio naturale molto efficace è il suffumigio all’eucalipto. L’alto potere decongestionante dell’eucalipto e la sensazione di freschezza vi aiuteranno a respirare subito meglio e lenire il fastidio del naso chiuso. Aggiungere poche gocce di olio essenziale sciolte in acqua calda.

Come spiegato nel precedente articolo sui consigli ed i modi di utilizzo del tea tree oil, potete anche utilizzare questo olio tutto fare, molto utile per i primi sintomi di influenza. Come per l’olio essenziale di eucalipto, aggiungere poche gocce di tea tree oil all’acqua calda ed inalare.

3. Suffumigi con sale grosso

Se in casa non avete ne bicarbonato e ne l’olio essenziale di eucalipto, potete fare i vapori con il sale grosso, anch’esso molto efficace. Vi basterà versatene un cucchiaio nella pentola di acqua calda.

Consigli per combattere raffreddore e mal di gola

Iniziate la giornata con una spremuta d’arancia, ricca di vitamina C, e mangiate tanta frutta fresca e tanta verdura.

L’aria secca è il nemico numero uno di gola e naso. Umidificare la camera da letto, soprattutto in inverno, vi  aiuterà a prevenire o a curare i disturbi da raffreddore.

Per umidificare la stanza, senza spendere neanche un euro, potete utilizzare delle vaschette di acqua sui caloriferi. Grazie all’evaporazione dell’acqua si evita l’eccessiva deumidificazione dell’aria. Per verificarlo con certezza, ci si può procurare un termometro dotato di igrometro per misurare il tasso d’umidità: d’inverno, in casa, dovrebbero esserci 20-22 gradi con il 40-50% di umidità relativa.

immagine suffumigi via shutterstock

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply