I 7 alimenti con maggiori residui di pesticidi

0

Come emerge da una denuncia di PAN Europe (Pesticide Action network), un network di organizzazioni non governative che promuove alternative sostenibili e naturali all’uso dei pesticidi, questi a seguire sarebbero gli alimenti con maggiore residuo di pesticidi.

Nonostante i pesticidi quando usati entro determinati limiti siano legali, vengono utilizzati sulle piante e sui frutti per evitare che malattie o infestazioni possano rovinare i raccolti, esistono molte ricerche che evidenziano una netta relazione tra l’utilizzo di queste sostanze e malattie come il morbo di Parkinson e alcune forme di tumore maligno.

Purtroppo il semplice lavaggio della frutta e della verdura con acqua e detergenti vari, non li elimina completamente. Possiamo comunque eliminarne una gran parte lavando bene gli alimenti con bicarbonato, limone o aceto.

LEGGI ANCHE Come lavare ed igienizzare frutta e verdura in modo naturale

Una volta era sufficiente togliere la buccia per eliminare i pesticidi, ma con l’evoluzione di queste sostanze chimiche questo non è più sufficiente, dato che ora sono in grado di attraversare le foglie, la corteccia e le radici andando a compromettere perfino la polpa all’interno.

La soluzione definitiva è sicuramente quella di acquistare prodotti biologici, oppure di rivolgersi ad un contadino o ad un gas (gruppi di acquisto solidale) della zona. Inoltre coltivare un piccolo orto nel giardino di casa o sul balcone, rappresenta una scelta molto saggia, sia dal punto di vista salutare che economico. Grazie a ciò sarà possibile risparmiare e mangiare cibo migliore, senza dover dipendere da fonti esterne.

7 alimenti con maggiori residui di pesticidi

1. Lattuga

2. Pomodori

3. Cetrioli

4. Mele

5. Pesche

6. Peperoni

7. Fragole

immagine pesticidi frutta via shutterstock fonte focus.it

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply