8 rimedi naturali contro l’onicomicosi (micosi) delle unghie

0

L’onicomicosi o più semplicemente micosi, è una patologia causata da un fungo della famiglia dei dermatofiti, molto simile alla muffa o al lievito, che colpisce principalmente le unghie dei piedi.

Il processo di infezione della micosi delle unghie da parte del fungo è graduale. Prevede l’iniziale “macchiatura” bianca o giallastra dell’unghia, con il possibile inspessimento e aumento della fragilità della stessa. A mano a mano che l’infezione si propaga, comincia a colpire più zone dell’unghia che inizia a sfaldarsi fino a cadere. La pelle sottostante è arrossata, gonfia e può causare prurito.

Oltre ad essere un disturbo antiestetico e fastidioso, è necessario curarlo per poter godere di una buona salute. Nel peggiore dei casi può rivelarsi abbastanza dolorosa, poiché l’unghia si solleva dalla sua naturale collocazione.

Se notate delle macchie giallastre, verdi o marroni sulle vostre unghie, non esitate a dare un’occhiata a questi rimedi naturali contro la micosi. Ricordate che l’onicomicosi è difficile da trattare e abbisogna di grande costanza nell’applicazione.

Cause della onicomicosi

Generalmente, i funghi sono causati da alcuni agenti legati all’ambiente, ad esempio l’umidità o le alte temperature, dall’uso di scarpe chiuse per molte ore al giorno oppure quando si frequentano le piscine, etc.

L’onicomicosi può essere provocata anche da lieviti e muffe, microrganismi che vivono negli ambienti caldi e umidi, come le piscine e le docce. Possono penetrare nella pelle attraverso i tagli microscopici o grazie a una piccola separazione tra l’unghia e il letto ungueale. Funghi, lieviti e muffe possono causare problemi solo se le unghie sono continuamente esposte al calore e all’umidità, condizioni perfette per la crescita e la proliferazione dei funghi.

Tra i principali fattori di rischio per l’insorgere dell’onicomicosi:

  • Lavoro in un ambiente umido,
  • Psoriasi,
  • Calze e scarpe che impediscono la traspirazione e non assorbono il sudore,
  • Camminare a piedi scalzi in ambienti pubblici umidi, come le piscine, le palestre, gli spogliatoi e le docce,
  • Piccole lesioni della pelle o delle unghie, un’unghia danneggiata o un’altra infezione,
  • Diabete o problemi circolatori o a carico del sistema immunitario.

Rimedi naturali contro l’onicomicosi

1. Aceto

Alcune ricerche hanno dimostrato che l’aceto è in grado di inibire la crescita di alcuni tipi di batteri. Gli esperti suggeriscono di fare un pediluvio di 15-20 minuti in una miscela di una parte d’aceto e due parti di acqua tiepida. Questo pediluvio può essere fatto una volta al giorno, però se la pelle si irrita provate a farlo soltanto due o tre volte alla settimana oppure aumentate la quantità d’acqua nella miscela.

2. Tea tree oil

Il tea tree oil deve essere applicato sull’unghia malata, facendone cadere sopra qualche goccia. In alternativa si può usare il tea tree oil tramite il pediluvio, lasciando le dita dei piedi o delle mani in immersione per circa 20 minuti. Preparate il rimedio usando 3 cucchiai di sale grosso da cucina, acqua calda e 10 gocce tea tree oil (controllate che sia naturale al 100%).

3. Limone

Immergete l’unghia nel succo di limone o passate il limone direttamente sull’unghia.

4. Bicarbonato di sodio

Mescolate bicarbonato di sodio con acqua fino a formare una pasta. Con un batuffolo di cotone strofinate tutta la superficie dell’unghia e, se possibile, la parte interna (affinché entri in contatto con la pelle). Lasciate riposare alcuni minuti, risciacquate e poi asciugate per bene.

5. Timo

Mettete a bollire due tazze d’acqua con tre cucchiai di timo, per 5 minuti. Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio e lasciate raffreddare. Mettete questo preparato su un batuffolo di cotone e passatelo sulle unghie infette da micosi.

6. Sale da cucina

Fate un pediluvio utilizzando il comune sale da cucina, meglio se arricchito con qualche chiodo di garofano per migliorarne l’efficacia antibatterica. Il suo effetto potrà essere inoltre potenziato con qualche goccia di tea tree oil.

7. Calendula

Sotto forma di pomata o tintura, da applicare sulla zona interessata, combatte e calma l’infezione con le sue proprietà antibatteriche e antisettiche. Non utilizzare la pomata sulle ferite aperte che sanguinano.

8. Tintura madre di Thuja (CONSULTARE IL MEDICO PRIMA DELL´USO)

Thuja è un piccolo albero delle Cupressacee che in oriente è denominato albero della vita e ritenuto sacro per la sua grande longevità. Thuja occidentalis, oltre ad essere una pianta ornamentale, è specie officinale poiché nel suo fogliame dalle sfumature giallo dorato, sono presenti vari principi attivi tra cui: oli essenziali, acido tujetico, fencone, tannini, pineprina e tujone. Con questa pianta tipicamente viene preparata una tintura madre che applicata con un pennellino sulle verruche per facilitarne il distacco, ma può anche risultare efficace su micosi di unghie. Fare preparare all’erborista il mix contenente la tintura madre di Thuja.

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply