3 miti da sfatare sul bicarbonato di sodio: non sgrassa, non elimina il calcare e…

0

Dalla pulizia della casa alla bellezza della pelle, il bicarbonato di sodio è un vero tuttofare che può farci risparmiare parecchio tempo e denaro.

Possiamo pulirci pentole, forno, coltelli, marmo e molto altro ancora, possiamo utilizzarlo per eliminare cattivi odori, sturare il lavandino o per la realizzazione di cosmetici naturali per il viso o per le mani.

LEGGI ANCHE Bicarbonato, 17 rimedi fai da te a prova di salute e ambiente

Il bicarbonato vanta però dei pregi che in realtà non gli appartengono affatto, proprietà che chimicamente proprio non ha. Si dice infatti, ma in realtà lo si legge anche sulle etichette delle confezioni stesse, che sgrassa ed elimina il calcare. Non è proprio così.

DOVE ACQUISTARE L’ACIDO CITRICO: Puoi acquistare l’acido citrico online, in erboristeria e nei migliori negozi biologici.

Il bicarbonato non fa miracoli

Il bicarbonato è si un tutto fare che non può mancare nelle nostre case, ma deve essere utilizzato con criterio. Come spiega Sara Alberghini, ricercatrice con la passione per la chimica, in questo interessante articolo, la cosa certa è che aggiungendo bicarbonato di sodio all’acqua si ha un’idrolisi basica e la soluzione che si ottiene è debolmente alcalina. Quindi:

1. Il bicarbonato NON sgrassa

Il bicarbonato non sgrassa, per sgrassare ci vogliono i tensioattivi, ovvero quelle sostanze che hanno la proprietà di abbassare la tensione superficiale dell’acqua, agevolando la bagnabilità delle superfici o la miscibilità tra liquidi diversi. L’ambiente alcalino creato dal bicarbonato può però potenziare il potere dei tensioattivi.

2. Il bicarbonato NON elimina il calcare

Il calcare, che sarebbe carbonato di calcio, viene sciolto in ambiente acido, mentre il bicarbonato è una base debole, non acida. Il bicarbonato serve infatti per neutralizzare l’acidità dello stomaco.

E’ però vero che aggiungendo il bicarbonato all’acqua si forma meno calcare, ma non avviene la stessa cosa all’interno della lavatrice, in quanto, quando l’acqua nella lavatrice viene riscaldata, si forma il calcare che, essendo insolubile, si deposita all’interno della lavatrice stessa formando incrostazioni di calcare.

Aggiungendo bicarbonato all’acqua, una parte del calcio e del magnesio si “sposta” verso quest’ultimo, si forma bicarbonato di calcio, più solubile del carbonato di calcio, ma il carbonato rimane, quindi il problema non si risolve.

Per eliminare il calcare in maniera naturale, possiamo utilizzare l’acido citrico anidro, un detergente naturale milleusi.

LEGGI ANCHE Anticalcare naturale fai da te: il più efficace è quello con l’acido citrico (TUTORIAL)

3. Il bicarbonato NON ha capacità ammobidente

Gli ammorbidenti che troviamo in vendita contengono delle sostanze in grado di ridurre le cariche elettrostatiche tra le fibre, conferendo al bucato piacevolezza al tatto. Gli ammorbidenti, grazie alla loro acidità, riescono a neutralizzare l’alcalinità del bucato, dovuta al detersivo, ed eliminare eventuali tracce di enzimi, talvolta allergizzanti.

Il bicarbonato non contiene queste sostanze che riducono le cariche elettrostatiche e non è acido per poter neutralizzare l’alcalinità. Il bicarbonato non può quindi fungere da ammorbidente per lavatrice.

immagine bicarbonato via shutterstock

About Author

Valerio Meregalli

Mi chiamo Valerio, ho 35 anni e vivo nella brianza monzese. Sono un sognatore, adoro la montagna, i viaggi ed il fai da te estremo. Ideatore del progetto lecobottega, seguo con molta passione tutti i temi legati al mondo green. Ogni nostro gesto ha delle conseguenze sull'ambiente e sul prossimo. Bastano delle piccole attenzioni per vivere una vita più sostenibile. Non invitatemi a cena, sarò il vostro incubo peggiore! Google+

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply