11 regole per campeggiare in modo ecologico con camper, roulotte e tenda

0

Quella del campeggio viene vista come una scelta ecologica e sostenibile. Stare all’aria aperta, a contatto con la natura, non sempre però è sinonimo di ecologia e di basso impatto ambientale. Il campeggio è una forma di turismo sostenibile e a basso impatto ambientale, solo se vengono rispettate determinate regole.

Tra l’altro, molte persone credono che tutti i campeggi siano ecologici, ma in realtà non è cosi. Vediamo quindi quali sono le 11 regole per vivere una vacanza veramente ecologica in un campeggio sostenibile

Ricordiamoci che vivere una vacanza green, a contatto con la natura, significa anche vivere un momento di riflessione sull’ambiente e su voi stessi, per tornare a casa, un po’ più consapevoli.

1. Scegli un campeggio ecologico

Scegliere il campeggio in base alle caratteristiche ecologiche è il primo passo per poter trascorrere una vacanza ecologica in campeggio. Le caratteristiche principali che deve avere un campeggio per poter essere riconosciuto come ecologico ed attento al proprio impatto ambientale sono:

  • Realizzazione nel pieno rispetto della natura circostante;
  • La strutture sono realizzate con materiali naturali;
  • L’illuminazione è fornita da lampade a basso consumo o lampade a led a bassissimo consumo;
  • Utilizzo di energie rinnovabili per l’elettricità e la produzione di acqua calda;
  • Attenzione verso la natura, piantando nuovi alberi e proteggendo le specie animali presenti;
  • Corretta organizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti;
  • Utilizzo di mezzi elettrici per lo spostamento del personale all’interno della struttura;
  • Raccolta e riutilizzo dell’acqua piovana;
  • Utilizzo nei bagni di riduttori di flusso e temporizzatori su docce e rubinetti;
  • Presenza di un orto interno;
  • Corretta gestione delle acque reflue di camper e roulotte, con sistema di depurazione e ricircolo;
  • La struttura è servita da mezzi pubblici e non è necessario spostarsi con la propria auto per ogni necessità;
  • La struttura propone un servizio di noleggio biciclette;
  • Bar e ristorante interno con possibilità di menù vegetariano e vegano;

2. Rispetta le regole

In tutti i campeggi è presente ed in bella mostra il regolamento interno. Appena accedi alla struttura, leggi con attenzione il regolamento.

3. Non sporcare

Traccia del proprio passaggio uguale a zero. Tutti i rifiuti che produci devono essere smaltiti correttamente. Carte, sacchetti, contenitori e tutto quello che devi buttare vanno nei bidoni, che tu sia in spiaggia o all’interno della struttura. Se ti capita di trovare dei rifiuti è buona norma raccoglierli e smaltirli anche se sono stati prodotti da altri.

4. Non danneggiare la natura

Non manomettere la vegetazione. Attenzione a come appendi sugli alberi le amache o i fili per stendere i panni. Non rimuovere o danneggiare rami, piante e vegetazione in genere.

5. Acque di scarico e di lavaggio

Piatti e panni devono sicuramente essere lavati, ma nel rispetto della natura. Per evidenti ragioni ecologiche, non versare acque di scarico, acque con detersivi, acque da lavaggio (anche parziale) al di fuori delle aree autorizzate.

6. Acque reflue

Smaltisci le acque reflue di camper e roulotte, di qualunque tipo e di qualsiasi provenienza, all’interno degli appositi punti di utenza posti all’interno della struttura ricettiva debitamente segnalati.

7. Usa prodotti naturali

Cerca di utilizzare il più possibile prodotti naturali e biodegradabili. Esistono infatti cosmetici come shampoo e creme solari che non contengono sostanze chimiche e che sono biodegradabili al 100%. Stesso discorso per il detersivo per i piatti, sceglilo naturale, con tensioattivi di origine vegetale.

8. Fuoco in spiaggia

Attento a quello che fai. In Italia è vietato per legge fare fuochi a fiamma libera in boschi e in spiagge ed a non meno di 300 metri da essi. Qualora nella struttura ci dovesse essere un’eccezione, il fuoco in spiaggia può essere acceso solo rispettando tutte le accortezze necessarie, ossia deve essere delimitato da pietre e, alla fine, la brace non va lasciata calda bensì spenta completamente con terra e acqua;

9. Inquinamento acustico

Rispettare l’ambiente anche per quanto riguarda l’inquinamento acustico. Evita rumori fastidiosi sia per gli altri campeggiatori che per gli animali che sono abituati alla quiete della natura.

10. Elettricità, meno è meglio

Se scegli una piazzola dotata di corrente elettrica, cerca comunque di limitare l’uso di apparecchi elettrici ed elettronici come cellulari, forni e phon e goditi la natura!

11. Fotovoltaico sul tuo mezzo

Se hai un camper o una roulotte, installa un pannello fotovoltaico sul tetto, utilizzerai un po’ della tua energia verde durante la sosta. Con un impianto a energia solare è infatti possibile sostare ovunque, utilizzando l’energia pulita del sole.

immagine campeggio via shutterstock

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply