Detersivi alla spina, ecco come riconoscere quelli veramente ecologici

0

All’inizio è stato un vero e proprio boom. I detersivi alla spina in questi ultimi 10 anni hanno invaso ogni tipo di negozietto di paese e supermercato. I detersivi venduti sfusi, alla spina, sono da subito piaciuti, in quanto permettevano di risparmiare qualche euro e di alleggerire la raccolta differenziata.

Le nostre case traboccano di confezioni, packaging e imballaggi. Eliminare l’imballaggio è importante per il pianeta, in quanto il risparmio sulla produzione di anidride carbonica è notevole. E’ evidente quanto sia importante il riutilizzo di un flacone di plastica in quelle zone in cui non viene ancora eseguita la raccolta differenziata. Nelle zone in cui è attivo un corretto sistema di raccolta e riciclaggio, il flacone verrebbe comunque riciclato e trasformato.

I detersivi alla spina sono ecologici?

Ma il detersivo alla spina è sempre una panacea per l’ambiente? Tutti mettono in etichetta la scritta “ecologico”, la legge ancora non lo proibisce, ma di ecologico, gran parte delle volte, c’è davvero poco. Per scoprirlo è semplice. Basta chiedere al rivenditore qualche informazione in più. Il detersivo dove viene prodotto? Il detersivo non deve essere prodotto in uno stabilimento distante più di 500 km dal negozio, altrimenti come fa ad essere ecologico. Il detersivo cosa contiene? Per scoprire cosa contiene, nel caso in cui il rivenditore non fosse in grado di darvi una risposta esaustiva, potete leggere l’etichetta oppure verificare sul sito del produttore.

Detersivi, come riconoscere quello ecologico

Evitare i tensioattivi di origine petrolifera, ovvero il noto dodecilbenzene, per preferire i tensioattivi di origine vegetale. Evitare profumi e coloranti, ma anche gli sbiancanti ottici, possono provocare allergie. Attenzione ai chelanti ed ai conservanti, come EDTA, Methylchloroisothiazolinone, Methylisothiazolinone, 2-4 Diclòorobenzil alcool, Benzisothiazolinone, 5-Bromo-5-nitro-1, 3-dioxane. Bromo nitro propandiolo. Ricordatevi che i detersivi certificati biologici (dotati di marchio dell’ente certificatore, eliminano ogni dubbio sulla presenza di queste sostanze.

Tra le marche più conosciute di detersivi ecologici certificati, ci sono Ekos, Allegro Natura (marchio Bioermi), Biolù, Ecor Naturasì, Talybe, Tea natura e Verdevero.

immagine detersivo ecologico via shutterstock

About Author

Redazione web

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply