Aprile, ecco cosa seminare per un’estate piena di verdura gratis

0

Con l’arrivo del mese di Aprile, le temperature iniziano finalmente a diventare più miti. E’ quindi il momento di tornare a sporcarsi le mani di terra per le nostre semine e trapianti.

Per i trapianti è infatti il momento più opportuno per mettere in terra le piantine messe in semina le settimane precedenti, ma anche il momento migliore per seminare direttamente in orto oppure in vaso.

Ad aprile possiamo seminare tutte le verdure che vogliamo mangiare nel periodo estivo, come pomodori, zucchine o melanzane, e seminare o trapiantare tutte le nostre profumate erbe aromatiche.

Se non hai un orto o un giardino non importa, infatti puoi benissimo seminare anche sul tuo balcone! Realizzare un piccolo orto in casa è semplice e anche divertente. Si possono coltivare verdure e spezie anche per decorare, profumare e colorare il vostro balcone. Timo, basilico e lavanda sono le più profumate. L’orto sul balcone ricordiamo che è anche molto utile all’educazione dei bambini, in quanto può aiutarli a mantenere un legame con la terra e mostrar loro che i pomodori non crescono al supermercato.

orto seminare

immagine semina via shutterstock

Cosa seminare ad Aprile

Ad aprile, tra fiori e piante, avete solo che l’imbarazzo della scelta. Infatti, si farebbe prima ad elencare quel che non si può seminare. Prima di farvi prendere dall’ingordigia, consigliamo di ragionare e programmare un minimo la vostra semina, in quanto, più seminate e più spazio sarà necessario nel vostro orto, giardino e, perchè no, balcone.

Semine in piena terra

Qui l’elenco è lunghissimo: dai pomodori, alla bietola erbetta, dal cardo al cetriolo, e poi ancora fagioli, melanzane, meloni e porri. Più tutti gli ortaggi già indicati per il mese di marzo, come barbabietole, bietola a coste, carote, cece, pisello, prezzemolo, rapa, ravanello, spinacio, zucca, zucchina.

Semine in semenzaio

Se volete trapiantare a maggio e giugno i primi cavoli (cavolfiore, Bruxelles, verza) dovete seminarli adesso in semenzaio o in vasetti.

Trapianti

Potete trapiantare bietola, cavolo, cetriolo, cipolla, melanzana, melone, pomodoro, porro, peperone, zucchine e sedano.

Fiori

Se invece sognate un giardino colorato, procuratevi i bulbi a fioritura estiva come le fresie, begonie o gli ornitogalli. Tra i tanti fiori potete anche seminare il mughetto, dalie e calle.

Consigli per la semina

Usa le cassettine in polistirolo

Per seminare è ideale utilizzare le cassettine in polistirolo 30×50 e dopo la germinazione, le piante andranno messe a dimora conservando i germogli più grandi e resistenti.

Semina a scalare

Ricordiamo inoltre quanto è importante la semina a scalare, cioè piantare lo stesso ortaggio a distanza di una o due settimane. Questo metodo ci permetterà di raccogliere zucchine un po’ per volta e non tutti insieme.

Semenzai

Ricorrere a dei semenzai (un vero e proprio vivaio delle sementi dove vengono fatti sviluppare i semi di tutti i tipi di piante) può essere considerata un’opzione utile per organizzare al meglio il proprio orto e per facilitare la selezione delle piantine che appariranno più forti.

Seminare secondo la luna

La luna nell’orto è un argomento molto appassionante, oltre che molto dibattuto, ma mio nonno, contadino e figlio di contadini, aveva sempre in casa un calendario solo, ed era il calendario lunare.

Cosa seminare in luna crescente: gli ortaggi da frutto (cetriolo, meloni, pomodori, zucchine, zucche, melanzana, peperone, anguria) e le leguminose (fave, piselli, fagioli, fagiolini, fagiolo nano).

Eccezioni: la carota e il prezzemolo, il basilico, rucola, agretto, cardo. In luna crescente si seminano e si trapiantano anche le aromatiche: acetosa, aneto, coriandolo, crescione, cumino, menta, erba cipollina, origano, ecc.

Cosa seminare in luna calante: gli ortaggi da foglia per evitare che vadano presto a seme (lattuga cappuccio, lattuga da taglio, radicchio, valerianella, bietola da coste, indivia riccia, scarola, spinacio) e quelli da bulbo o da radice (aglio, cipolla, patata, rafano, topinambur, porro, rapa, ravanello, scalogno, barbabietola, ma anche finocchio e sedano).

immagine semina via shutterstock

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply