Proprietà e benefici del lupino, l’alternativa vegana alla soia

0

Stufi della soia? Provate i lupini! I lupini sono i semi del Lupinus albus, una pianta appartenente alla famiglia delle Leguminose, nota e diffusa fin dalla più remota antichità nel bacino del Mediterraneo e nel Medio Oriente. Gli archeologi hanno addirittura ritrovato i suoi semi nelle piramidi egizie e maya.

Come è successo per il kamut, anche i lupini sono stati riscoperti e rivalutati. Questa pianta, inizialmente coltivata al fine di migliorare il suolo a pascolo, una volta scoperte le sue proprietà terapeutiche, è stata poi utilizzata per l’alimentazione umana.

Proprietà e benefici del lupino

Il lupino, alimento altamente digeribile e senza il contenuto di colesterolo e glutine, è utilizzato principalmente per il suo apporto energetico e proteico. Contiene infatti circa 40 grammi di proteine su 100 grammi di alimento, una quantità paragonabile a quella della carne. Si tratta, quindi, di un alimento altamente consigliato nella prevenzione del rischio cardiovascolare.

Non solo proteine. Il lupino contiene, inoltre, una buona quota di fibra alimentare, acidi grassi essenziali del tipo Omega 3 e Omega 6, sali minerali, in particolare ferro e potassio, percentuali variabili di acidi organici, resine, lupeolo, galattosio, arginina, vanillina e lecitina.

Il lupino a tavola

I lupini prima del loro consumo devono essere macerati in acqua e cotti molto bene. Questo a causa di una sostanza di natura alcaloidea, la lupo-tossina, una sostanza potenzialmente tossica. Ecco perché il prodotto si presenta già pronto all’uso a base di lupini deamarizzati (con l’aggiunta di glutine e olio di girasole), cotti e macinati sotto forma di bistecche o spezzatino. I lupini sono consumati anche sotto forma di snack ed in commercio si trovano cotti e conservati sottovuoto, pronti all’uso.

Leggi anche Sandwich con hamburger vegano di azuki rossi (RICETTA)

La farina di lupino è tipicamente ottenuta dalla macinazione dei semi sbucciati della varietà lupino dolce. Può essere miscelata ad altre farine e impiegata per la preparazione casalinga del pane e di prodotti da forno, per migliorare la morbidezza dell’impasto e la croccantezza della crosta. Può inoltre essere utilizzata per addensare salse, minestre e condimenti.

Per una ricetta vegana casalinga, potete provare i burger di lupino: Sgusciate e frullate 500g di lupini insieme a 50 g di farina di ceci, mezzo bicchiere di acqua, mezzo cucchiaino di sale, mezzo cucchiaino di aglio in polvere, mezzo cucchiaino di paprika dolce in polvere, mezzo cucchiaino di curcuma e/o curry.

Una volta frullato il composto, potete aggiungete 50g di fiocchi di avena e formare così i burger. Potete aiutarvi con un coppapasta. Cuocere in forno a 180-200° per 15-20 minuti.

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply