Come tingere i tessuti in modo naturale con verdure e spezie (TUTORIAL)

0

Gli avanzi di cucina possono essere ottimi punti di partenza per provare a tingere naturalmente i tessuti. Tra i prodotti che visibilmente lasciano traccia del colore sono: il tè, mallo di noce, barbabietola, carote, zafferano e molte spezie, carciofi, vino e molto altro ancora.

In cucina abbiamo provato le carote viola e sbucciandole si può notare che lasciano il tagliere “colorato”. Le bucce sono state salvate, messe in un pentolone a bollire con un paio di litri d’acqua, per scoprire che colore avrebbe lasciato su degli avanzi di cotone che avevamo in casa.

Per la tintura naturale occorre:

  • Un pezzetto di allume come mordente
  • Bucce di carote viola (le carote “intere”erano circa mezzo chilo)
  • Acqua
  • Una tazza di sale grosso oppure aceto
  • Scampoli di cotone o avanzi di tessuto

Preparazione

Per cominciare occorre dare un mordente al tessuto che dovrà essere tinto. Il mordente utilizzato in questo caso è l’allume di potassio che aiuterà il tessuto ad assorbire il colore.

Far bollire in una pentola un paio di litri d’acqua e l’allume, togliere dal fuoco e immergere il tessuto. Lasciarlo a bagno per almeno un’ora.

Nel frattempo prendere le bucce di carota e farle bollire per una mezz’ora in due litri d’acqua.

Togliere il tessuto dal mordente , strizzarlo e metterlo nella pentola con le bucce di carota. Lasciare sobbollire il tutto per un’oretta.  Mescolare di tanto in tanto per evitare che il tessuto rimanga a macchie di colore.

tinture naturali

Spegnere il fuoco e lasciare il tessuto in ammollo per almeno 12 ore. Passato questo tempo, strizzare il tessuto e valutare la tonalità. Ci sono tessuti sbiancati che fanno fatica a prendere il colore, i tessuti più grezzi come il cotone naturale, assorbe il colore più facilmente. Sconsiglio di provare con le microfibre e le fibre sintetiche.

tinture naturali

Nel caso la tonalità ottenuta fosse già di vostro gradimento occorre passare al fissaggio, in caso contrario, strizzare bene, fare asciugare e rimettere in ammollo per altre 12 ore, fino ad ottenere una tonalità più scura.

Per fissare il colore: una volta tolto il tessuto dalla tintura, strizzare e lasciare asciugare, mettere poi a bagno in una pentola con acqua bollente e sale oppure aceto. Risciacquare bene, strizzare e lasciare asciugare all’ombra.

tinture naturali

Stirare il tessuto per fissare ulteriormente il colore.

Prossimamente vedremo come trasformare il tessuto, tinto naturalmente, in un portapane per decorare la tavola.

Condividi articolo
  •  
  •  
  •  
  •  

About Author

Valentina Scuteri

Grafica di professione e dipendente da tutto quello che genera colore. In continua evoluzione, amo sperimentare differenti tecniche e materiali, soprattutto di riciclo, tenendo sempre le mani in movimento e cercando di rispettare quello che mi circonda. Dal 2010 appunto sul blog mami chips & crafts tutto quello che realizzo con l’aiuto del mio valido aiutante: il mio bimbo, è lui la principale fonte di ispirazione.

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.