Seitan fai-da-te: Come Preparare il Seitan in 10 Mosse

0

Ricette vegane – Seitan, il re supremo della cucina Vegana! Preparare seitan in casa, per chi è vegano, è ormai diventato un gioco da ragazzi.

Con un po’ di pratica e di esperienza diventerete anche voi dei “malati” di Seitan ed inizierete a prepararlo con diversi tipi di farina, magari con il termometro in tasca per cercare la temperatura perfetta dell’acqua di lavaggio. Ebbene si, senza il bisogno di recarvi al supermercato (con quello che costa), potete preparare da soli, con un semplice procedimento, del buon Seitan casalingo.

Per chi ancora non lo sapesse, il Seitan è un alimento proteico di natura glutinosa, che si ottiene dalla lavorazione del grano tenero o da altri cereali. L’etimologia della parola è la seguente: “Sei” significa “è” mentre “Tan” vuol dire “proteine”. Il seitan ha infatti un apporto proteico elevato e contiene pochi grassi; le calorie sono intorno alle 120 per ogni 100 gr di prodotto, quindi simili a quelle della carne, senza però i grassi saturi e colesterolo di quest’ultima.

Il Seitan viene utilizzato nella cucina vegana per la preparazione di piatti come lasagne vegan, polpette vegan, spiedini vegan etc…

Prepare il Seitan fai-da-te

Ingredienti:

  • Acqua q.b.;
  • Sale q.b.;
  • Farina integrale di grano tenero (500 grammi);
  • Brodo vegetale;

ProcedimentoSONY DSC

  1. Impastate energicamente, per circa 20 minuti, la farina con l’acqua (potete aggiungere un pizzico di sale), fino a quando avrete un composto liscio e compatto, simile a quello per la pizza;
  2. Lasciare riposare il composto per circa 1 ora (nel frattempo preparate il brodo vegetale);
  3. Aiutatevi con uno scolapasta e scolate l’impasto sotto il rubinetto;
  4. Prendete una ciotola capiente, riempitela di acqua tiepida per tre quarti ed immergetevi il composto;
  5. Iniziate il lavaggio. Strizzate e sciacquate l’impasto, cambiando l’acqua più volte. Inizialmente l’acqua avrà un colore quasi bianco, tipo il colore del latte di soia. Strizza, lava, strizza, lava, molte volte. Avrete finito quando l’acqua rimarrà trasparente; Ora il composto avrà la consistenza di una spugna;
  6. Sgocciolate bene il vostro panetto. A questo punto, l’amido contenuto nella farina sarà fuoriuscito insieme all’acqua, mentre sarà rimasta solo la parte glutinosa della farina.
  7. Avvolgete il panetto in un panno bianco, ben pulito, possibilmente sterile. Legate il panetto come una caramella, legando le estremità con dello spago;
  8. Preparate in una pentola del brodo vegetale (cipolla, carote, sedano) e portatelo a ebollizione;
  9. Srotolate il panetto dal panno ed immergetelo nel brodo in bollitura per 40 minuti, ricordandovi di girarlo a metà cottura;
  10. Togliere dalla pentola e far raffreddare. Affettarlo a fette come un arrosto. Se non si vuole usare subito, è possibile lasciarlo in frigo in una ciotola, coperto dal suo brodo, anche per una settimana;

Il vostro Seitan fatto in casa è pronto! Buon appetito !

Il seitan mangiato cosi com’è, senza alcun tipo di accompagnamento, può non piacere. E’ quindi consigliato gustarlo preparato in una delle ricette elencate sopra, ma… “De gustibus non est disputandum“, quindi provatelo e giudicate voi.

NB Per i celiaci: Il Seitan, essendo essenzialmente glutinoso è assolutamente vietato ai celiaci.

Se utilizzate un metodo differente per preparare il vostro Seitan casalingo, lasciateci le vostre ricette, cosi le proveremo anche noi !

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply