Cannella, l’Afrodisiaco Che Cura

1

La cannella o cinnamomo (dal suo nome latino cinnamomum) è una spezia originaria dello Sri Lanka, ma ormai diffusissima anche nel resto del mondo, soprattutto per aromatizzare i cibi.

Rispetto alle altre droghe da cucina, di cui si usa il seme o il frutto, della cannella si utilizza la corteccia, che troviamo in commercio sottoforma di bastoncini arrotolati, detti cannelli, o in polvere.

Il cinnamomo è utilizzato da millenni: lo usavano gli egiziani per le imbalsamazioni (è infatti un antibatterico), se ne fa riferimento nel libro dell’Esodo (antico Testamento) ed era conosciuto da greci e romani, questi ultimi oltre che per il suo gusto piccantino in cucina, lo utilizzavano per altre attività “piccanti”: era infatti considerato un potente afrodisiaco; nel ‘500 di questa sua virtù se ne trova prova in alcuni trattati medici.

Con le grandi carovane mercantili olandesi, nella prima metà del ‘600, la cannella venne importata in Europa ed entrò a far parte delle nostre preparazioni, non solo culinarie e afrodisiache, ma anche medicamentose, grazie alle sue numerose qualità curative (nella medicina ayurvedica e in quella tradizionale cinese, viene utilizzata per curare vari mali). La cannella stimola il sistema immunitario, ha proprietà antisettiche, antibatteriche, aiuta la digestione, calma i dolori mestruali, è un ottimo rimedio anti freddo, e viene utilizzata nelle diete dimagranti perchè combatte la fame nervosa.

Di seguito, alcuni usi che si possono fare della cannella per scopi terapeutici.

Digestione:

Per favorire la digestione è utile far bollire in una tazza d’acqua una stecca di cannella, per circa 10 minuti. Una volta pronta, bere calda e senza zucchero per non perdere i benefici.

Raffreddore:

In caso di rafreddore o sinusite, la cannella sarà una valida alleata, tutta naturale. Dopo aver fatto bollire una tazza d’acqua, versatevi un cucchiaino di cannella in polvere e lasciate riposare per una decina di minuti. Filtrate e una volta intiepidita, aggiungetevi del miele e quindi bevete il vostro infuso(è consigliata una tazza dopo ogni pasto e comunque non più di tre tazze al giorno).

Colesterolo:

In mezzo litro di acqua fredda, aggiungetevi 2 cucchiai di miele e due di cannella in polvere e mescolate bene. Oltre ad essere una buona bevanda, da sorseggiare durante la giornata, vi aiuterà ad abbassare il vostro colesterolo.

Diabete:

Uno studio, pubblicato sulla rivista “Diabetes Care”, elogia i poteri della cannella. Secondo lo scienziato Richard Anderson, mezzo cuccihiaino di cannella al giorno, aiuta ad abbassare gli zuccheri nel sangue nelle persone che soffrono del diabete di tipo 2, noto anche come diabete dell’adulto(caratterizzato da glicemia alta).

Infezioni della vescica:

Per sconfiggere i germi e batteri che colpiscono la vescica, bevete due tazze al giorno di acqua calda in cui sono stati sciolti un cucchiaino di cannella in polvere e due di miele(entrambi hanno proprietà battericide)

Dolori mestruali:

Quando ne avete bisogno, basta scogliere in acqua bollente o anche in una tisana relax un cucchiaino di cannella in polvere.

Alitosi:

Un rimedio efficace contro l’alito pesante sono gli siacqui alla cannella. In un bicchiere d’acqua tiepida aggiungete un cucchino di cannella, mescolate bene e utilizzate come un colluttorio, facendo un paio di sciacqui orali ogni volta.

Tagli ed escoriazioni:

Grazie alle sue proprietà antisettiche, la cannella, può essere utilizzata anche per uso esterno, in caso di tagli o escoriazioni: una volta pulita la zona da trattare, cospargetevi sopra un pizzico di cannella in polvere e lasciate agire.

About Author

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

1 commento

Leave A Reply