Decalcificare la macchina del caffè con acido citrico, l’anticalcare naturale

8

Preparare un buon caffè non è facile quanto berlo. Per ottenere un buon risultato, la qualità del caffè fa la differenza, ma attenzione perché, senza una macchinetta ben funzionante ed opportunamente pulita, è un elemento fondamentale.

E’ infatti importante eseguire correttamente le operazioni di pulizia e manutenzione della macchina del caffè, dato che per via del naturale ed inevitabile accumulo di calcare, hanno bisogno di una manutenzione periodica da eseguire almeno ogni 3 mesi e in relazione all’utilizzo che ne fate.

L’acqua calcarea, pur non essendo pericolosa per la salute umana, lo è per quanto riguarda il funzionamento degli elettrodomestici, bisogna ricordarsi di sottoporre i vari elettrodomestici a cicli anticalcare.

Vediamo come decalcificare la macchina del caffè utilizzando un anticalcare naturale, ecologico ed economico, l’acido citrico.

Acido citrico dove si compra

E’ possibile acquistare l’acido citrico online, in farmacia, nei negozi bio e in alcuni di quelli specializzati per le pulizie.

Decalcificare la macchina del caffè con acido citrico [GUIDA]

  1. Consultare il libretto di istruzioni della macchina prima di eseguire qualsiasi operazione di decalcificazione e, se presente, seguite la procedura di decalcificazione indicata;
  2. Spegnere l’interruttore e staccare la spina della macchina da caffè;
  3. Lasciare raffreddare completamente la macchina;
  4. Rimuovere il filtro anti-calcare (se presente);
  5. Preparare una soluzione con acido citrico al 18% (180 grammi in un litro d’acqua);
  6. Versate la soluzione nel serbatoio dell’acqua della macchina da caffè;
  7. Se presente togliete la coppa porta-filtro (il braccio col contenitore dove mettete il caffè), azionate la pompa per fare il caffè per 15/20 secondi;
  8. Attendere 15/20 minuti e ripetete l’operazione ciclicamente fino al completo esaurimento della soluzione con l’acido citrico;
  9. Sciacquate con molta cura il serbatoio e azionate la pompa facendo uscire abbondante acqua;
  10. Per eliminare eventuali tracce di metalli residui, provare a fare un paio di tazzine, magari usando i fondi per non sprecare niente;

Attenzione a utilizzare l’aceto

Per questa procedura anti calcare, meglio non utilizzare l’aceto, in quanto può corrodere e danneggiare le parti metalliche della macchinetta.

Le caldaie sono per lo più realizzate in alluminio, in acciaio inox oppure in ottone, materiali scelti per la loro resistenza al calcare. In alcuni modelli, la caldaia non è presente e l’acqua viene riscaldata istantaneamente soltanto nella quantità necessaria per le singole tazzine. Attenzione ad utilizzare l’acido citrico sull’alluminio!

About Author

Redazione

Anche le nostre piccole scelte quotidiane hanno un impatto ambientale non indifferente. Dal 2011 cerchiamo di diffondere idee e consigli per uno stile di vita più naturale, nel rispetto dell'ambiente e di chi lo vive.

COSA NE PENSI? LASCIA QUI IL TUO COMMENTO!

Loading Facebook Comments ...

8 commenti

    • Ciao Lori,

      Per far durare a lungo la tua orziera, la decalcificazione è molto importante.

      Ti riporto questi consigli dal libretto delle istruzioni di una orziera della electrolux:
      “Come misura preventiva, consigliamo di decalcificare l’orziera ogni tre mesi. Qualora utilizzaste un filtro in oro, prima di decalcificare l’orziera dovrete toglierlo dal portafiltro girevole. Non utilizzate prodotti anticalcare a base di acido formìco in forma concentrata né in polvere. Riempite con acqua il serbatoio e sol-tanto dopo versate l‘anticaIcare, mai viceversa. Ponete la caraffa del caffè con il coperchio sulla piastra termica. Lasciate agire la soluzione decalcificante per circa 15 minuti, quindi accendete l’apparecchio. Una volta che la soluzione decalcificante è completamente defluita, spegnete l’orziera. Se necessario, ripetete la decalcificazione. Infine, ripetete le stesse operazioni almeno due volte utilizzando soltanto acqua pulita. lavate accuratamente la caraffa del caffè. il coperchio della caraffa ed il portafiltro sotto l’acqua corrente. Durante il lavaggio, azionate ripetutamente la valvola salvagoccia.”

      A mio parere non vi è alcun problema nell’utilizzare l’acido citrico per decalcificare l’orziera, ma ti consiglio, come per le macchinette del caffè, di attenerti alle istruzioni fornite dal produttore!

  1. Ciao,
    attenzione che l’acido citrico può rovinare le caldaie in alluminio sgretolandolo in parte, il danno non è solo estetico, ma poi dell’alluminio potrebbe finire in tazza.
    Le macchine meno pregiate hanno spesso la caldaia in alluminio, io uso spesso l’acido citrico ma solo con macchine con caldaia in rame e inox.
    Ciao Marco

  2. E allora per le caldaie in alluminio cosa bisogna usare, visto che tutti i decalcificanti in commercio sono a base di acido citrico?

Leave A Reply