Acqua Ossigenata per sbiancare i denti

550px-Clear-up-Acne-With-Hydrogen-Peroxide-Step-1L’acqua ossigenata, comunemente conosciuta per l’utilizzo nella cura delle ferite, ha delle importanti proprietà antisettiche, ideali per la cura dell’igiene orale.

L’acqua ossigenata è una sostanza non inquinante e completamente biodegradabile.

Attenzione però alla concentrazione, infatti per avere una soluzione sicura per il nostro cavo orale, l’acqua ossigenata deve essere in soluzione al 3% (leggere l’etichetta o chiedere in farmacia).

Possiamo usare l’acqua ossigenata come collutorio ogni giorno prima di lavarti i denti, per sbiancarli in modo naturale. E’ sufficiente metterne in bocca circa 20-30 ml, lasciare agire (l’acqua ossigenata inizierà a fare della schiuma) per circa un minuto, sputare e risciacquare la bocca.

E’ possibile utilizzare l’acqua ossigenata anche con del bicarbonato di sodio.

Il bicarbonato di sodio è infatti conosciuto ed utilizzato da tempo, anche nei dentifrici del supermercato, per le note proprietà di sbiancamento dei denti senza danneggiarne lo smalto.

Preparare la soluzione è semplice, basta miscelare il bicarbonato di sodio con l’acqua ossigenata, miscelando fino all’ottenimento di una pasta (modifica le dosi fino a trovare la giusta consistenza). Utilizzare la miscela come un qualsiasi dentifricio. Possibilmente, al termine del trattamento, sciacquare la bocca e poi lavare i denti con un normale dentifricio al fluoro. Ripetere l’operazione una volta alla settimana, ma non di più, infatti le proprietà abrasive del bicarbonato di sodio possono logorare lo smalto dei denti.

Entro un mese sarà possibile vedere i primi risultati !

fonte it.wikihow.com e www.medimagazine.it

Lascia un commento

Close
TI PIACE L'ARTICOLO ?
VIENI A TROVARCI ANCHE SU

FACEBOOK e TWITTER !