Come si calcola il consumo di un elettrodomestico ?

consumi elettrodomesticiTutti credono che calcolare il consumo di un elettrodomestico sia cosa da scienziati o da esperti di elettronica. Oggi proveremo a sfatare questa cosa. Calcolare i consumi energetici di un piccolo elettrodomestico sarà per voi, d’ora in poi, un gioco da ragazzi.

Ma a cosa serve calcolarlo? Ovviamente per capire quanto vi costa farlo funzionare e quanto state inquinando (l’energia non cresce sugli alberi, anzi…)

Ogni apparecchio ha una propria potenza di targa, espressa in Watt (W) o in migliaia di Watt (kW), sempre riportata su una apposita etichetta posta sull’elettrodomestico o aggeggio elettronico.

Il Watt, quindi, è una misura di potenza, che non va confuso con il wattora (Wh) che è una misura di energia.

Quindi, prima cosa da fare, è trovare sull’apparecchio quanto è la sua potenza. Ipotizziamo un ventilatore con potenza di 180W e con 4 bottoni per la velocità. 1, 2, 3, 4 dove 4 è la velocità massima.

Come fare per convertire questa misura di potenza in misura di energia ? Moltiplichiamo i 180W per le ore in cui l’apparecchio rimane acceso.

Ipotizziamo quindi che il ventilatore rimanga acceso per 8 ore, però sul tasto 2, media velocità.

Se alla potenza massima sul tasto 4 il ventilatore ha potenza 180W, stimiamo che utilizzato a media velocità, sul tasto 2, abbia potenza pari al 50% della potenza massima, quindi 90W.

Abbiamo detto che rimane acceso per 8 ore, bene, ora moltiplichiamo le ore di funzionamento con la potenza, 8h x 90W, ed otteniamo 720, ma 720 cosa ? non sono più Watt dato che li abbiamo moltiplicati per le ore, quindi saranno Wattora (Wh), la misura di energia.

Abbiamo quindi scoperto quanta energia stiamo consumando in quelle 8 ore in cui il ventilatore sta funzionando, 720 Wh, oppure 0,72 KWh

Ora, per calcolare il costo, dobbiamo moltiplicare i KWh per il costo della corrente (espressa sempre in €/kWh) , che dipende dal nostro gestore. Ipotizziamo che si aggiri intorno ai 0,22€ ogni KWh, quindi 0,22€ x 0,72KWh = 0,154 € 

Il ventilatore lo teniamo acceso dal lunedi al venerdi, sempre per 8 ore ? 5 giorni x 0,154€ = 0,78 €. Che al mese saranno 3,08 euro !

Facile ?

Ricordiamo però che per calcolare il consumo di apparecchi come frigorifero, lavastoviglie, scaldaacqua o lavatrice, non è cosi semplice, dato sono apparecchi che lavorano in maniera un po’ più complessa. La soluzione migliore per conoscere con precisione i consumi quotidiani o settimanali di un elettrodomestico è quella di acquistare un misuratore di consumo elettrico che, inserito tra l’elettrodomestico e la presa a muro, registra il reale consumo secondo esigenze diverse.

Possiamo però allenarci a calcolare tante altre cose, come la lampadine, scope elettriche, fari, computer, tostapane, cornici digitali, o led.

Chi vuole provare ?

Forza, commentate qui sotto le vostre prove, saranno utili per tutti gli altri visitatori !

VM

69 commenti

  1. Interessante.. Come capire per esempio, quanto consuma il led del modem acceso quando il pc non è in funzione?

    • L'ecoBottega scrive:

      Il consumo di un LED dipende dal produttore, dal colore del diodo e dalla corrente che viene fatta passare al suo interno. A titolo indicativo possiamo però dire che un LED consuma tra i 15 ed i 100 ma (milliampere) con una potenza che varia tra 0,1 ed 1 Watt. A te il calcolo !

  2. Antonio scrive:

    un blog interessante.
    complimenti!

  3. arturo scrive:

    molto utile grazie.

  4. carola scrive:

    ciao io cerco di calcolare quanto mi costa al mese in consumo la mia centralina dell’ antifurto di casa ma la matematica per me è sempre stata un disastro
    attiva assorbe 500mA lasciandola attiva per 8/9 ore per 7 giorni
    ….. io calcolo ma il risultato non arriva mai!!!!! aiuto ??????

    • admin scrive:

      Buongiorno Carola !
      Allora, vediamo se riusciamo ad esserti di aiuto. Molto lentamente, passaggio per passaggio capirai tutto e diventerai un’astuta calcolatrice.
      Per prima cosa calcoliamo la potenza dell’apparecchio espressa in Watt.
      I Watt sono il prodotto dei Volt moltiplicati gli Amper.
      La Formula per trovare la potenza, espressa appunto in Watt è quindi W=V x A.
      V = Ipotizziamo che questa centralina sia alimentata in rete elettrica a 220V,
      A = L’assorbimento è 500mA, espressi per comodità in 0,5A
      Il calcolo è quindi : W=V x A 220×0,5=110W
      Ok, ora abbiamo la potenza di picco del tuo apparecchio, pari a 110 Watt.
      Ipotizziamo che la centralina stia attiva per 9 ore al giorno, per 7 giorni,
      Per calcolare il consumo giornaliero, espresso in Watt/ora (Wh) moltiplichiamo 110w x 9h =990 Wh
      Per calcolare il consumo settimanale, sempre espresso in Watt/ora moltiplichiamo 990Wh x 7=6930Wh, oppure, per comodità: 6,9 KWh.
      Quanto mi costano 6,9 KWh ? Dipende dal tuo fornitore elettrico e dalla fascia oraria.
      Molto indicativamente, ipotizzando una media di 0,15 euro per KWh consumato, facciamo 6,9KWh x 0,15 ed otteniamo……………………. 1 euro
      Vuoi sapere invece quanto ti costa al mese ? 990 Wh x 30 = 29,7 KWh x 0,15 = 4,45 euro !
      Spero di essere stato chiaro nella spiegazione ! Scrivici per chiarimenti se non hai capito qualcosa !
      Grazie
      L’ecoBottega

  5. carola scrive:

    grazieeeee !!!

  6. giuseppe scrive:

    ciao admin
    bel blog !! utile e semplice
    stavo pensando se questo calcolo complica la vita a chi legge i tuo blog :
    W = watt
    A = assorbimento in amper ( la corrente che si legge sul tester )
    V = tensione quella che ci fornisce l’ ENEL ( 240V )
    √2 = radice di 2 ( coefficiente della tensione a due fasi )
    h = ora ( tempo di consumo in ore )
    W/h = watt consumati in un ora
    W/h = √2 x Volt ( 240 ) x A ( letto sul tester ) x h ( ore )
    spero che non ho incasinato chi legge chi legge
    ciaooo
    Pino

    • admin scrive:

      Ciao Giuseppe, grazie a te ! Direi che hai aggiunto informazioni preziose, sei più bravo di noi !

  7. Diego scrive:

    Salve, ho un dubbio:

    Come faccio a calcolare i watt che consuma il trasformatpre del mio portatile?

    Sul trasformatore dice:
    Input: 100-240 V 1.6 A
    Output: 19 V 3.42 A

    Mi confondo tra quel input e output, quale devo prendere in considerazione?

    Grazie mille in anticipo, trovo questo blog molto utile.

    • admin scrive:

      Ciao Diego,
      La formula per calcolare la potenza e’ P=VxI, Ovvero potenza uguale voltaggio per la corrente assorbita.

      Il tuo trasformatore ha una potenza di consumo max= 220×1,6= 352W, ovviamente e’ una potenza di consumo max tipo quando le batterie del computer sono completamente scariche, quando utilizzi masterizzatore, fotocamera, ventole ecc, ovvero quando tutte le utenze del pc sono a pieno regime, hai quel consumo.
      Mentre il consumo del tuo pc e’ dato da =19X3,42= 65W.
      Per farti capire, tu devi distinguere il consumo che hai in alta tensione ovvero 220V dal consumo in bassa tensione 19V.
      Ovviamente quello che vai a pagare e’ quello della 220V.
      Il consumo a 220V e’ dato dalla potenza che consuma il tuo pc + tutta la potenza che si trasforma in calore, tu infatti se tocchi il trasformatore a volte scotta!

  8. francesca scrive:

    ciao, che discussione interessante e che bel blog ! vorrei avere qualche consiglio sul misuatore di corrente , quale acquistare ? grazie !!

    • admin scrive:

      Ciao Francesca !
      Grazie per i complimenti !
      Visita anche il nostro shop: http://www.lecobottega.it/

      Per il misuratore… guarda, ce ne sono in commercio a migliaia, diversi prezzi e diversi modelli. (dai 15 ai 200 euro – anche wireless) e dipende molto da quali sono le tue esigenze
      Ti consiglio quindi di rivolgerti ad un negoziante e spiegare quale siano le tue esigenze e farti cosi consigliare quello adatto a te !

  9. marco. scrive:

    Un mio inquilino vive in un appartamento di 45 mq
    ha sempre avuto bollette elettriche comprese tra 40 e 60 € ma le ultime due sono state di 235 € e poi di 190 € .
    l’appartamento con un scaldabagno elettrico (installato nuovo a marzo 2010 è stato pulito da calcare però pieno oltre al 50% ) ultimamente viene spento di giorno.
    Le bollette evidenziano un FORTE consumo di giorno mentre la casa è vuota (l’inquilino e la compagnia )
    COME FACCIO CALCOLARE IL CONSUMO DI FRIGO E SCALDABAGNO ?
    CHE COSA DEVO FARE E CHE CALCOLI DEVO DARE ?
    grazie
    marco

    • admin scrive:

      Ciao Marco !

      Guarda, uno sbalzo cosi importante nei consumi mi sembra molto strano. Elencare i costi significa poco, dato che:

      - devi verificare le letture sul contatore e sulla bolletta, perchè il problema può anche essere contrattuale;
      - se nn vengono fatte le letture in telegestione e vengono presunte potresti pagare più di quello che consumi;
      - E’ stato variato il contratto ? capita spesso che senza un contratto di residenza le tariffe siano più alte;
      - Hai verificato che in bolletta non vi sia presente qualche conguaglio?;

      Detto questo, lo scaldabagno elettrico non e’ il massimo della vita, se possibile sarebbe meglio sostituirlo con uno a gas o con altro sistema.

      Non escluderei però che vi possa essere qualche apparecchio che ciuccia, esempio:
      - Stufetta elettrica non spenta correttamente col termostato che la fa partire durante il giorno;
      - Malfunzionamento di qualche apparecchio;
      - Per assurdo anche una serra interna illuminata con lampade con alto consumo;

      Per evitare tutto questo spreco farei tutti i controlli di cui sopra, e:
      - Utilizzerei, per ogni presa elettrica e ove possibile, delle ciabatte con interruttore, in maniera tale da poter disattivare tutte le utenze possibili;
      - Attenzione a tutti gli elettrodomestici in “stand-by” come TV , videoregistratore , DVD, clima , ecc ecc perche’ la lucina accesa ti consuma comunque qualcosa;

      Infine, calcolare in maniera precisa il consumo di utenze come frigo e scaldabagno non è semplice come per una lampadina, dato che vi sono più variabili, per cui l’unica soluzione è usare un “misuratore di energia” , tipo quelli che si inseriscono passanti tra la presa shuko e l’annessa spina dello scaldabagno, lasciandolo collegato il più possibile (misurano sulla media).

      Spero di esserti stato di aiuto !
      un saluto da L’ecoBottega ! Think Green !

  10. L'ecoBottega scrive:

    Come vanno I calcoli? ;)

  11. Ciro Brancaccio scrive:

    CIAO, COMEPOSSO CAPIRE IL CONSUMO DELLA YOGURTIERA CHE RESTA ACCESA X 10/12 ORE X FERMENTARE? LA YOGURTIERA CANSUMA 13 W.

    • L'ecoBottega scrive:

      Ciao Ciro,

      Il Watt è una misura di potenza, che non va confuso con il wattora (Wh) che è una misura di energia.

      La tua Yogurtiera ha una potenza di 13W (Watt)

      Come fare per convertire questa misura di potenza in misura di energia ? Moltiplichiamo i 13W per le ore in cui l’apparecchio rimane acceso (sempre se per la lavorazione a cui ti riferisci l'apparecchio lavori a pieno regime).

      Quindi per fare una media sulle 10-12 ore:
      13W x 10 h = 130 Wh;
      13W x 12 h = 156 Wh;
      Media= 143 Wh

      Capito ?
      Grazie e mandaci un po' di Yogurt ! ;)

  12. FABRIZIO scrive:

    Ciao sono Fabrizio
    ho appena comprato un monitor di potenza (PM-150 Lafayette)
    incuriosito dal risparmio energetico e di quanto possa risparmiare a casa.
    Va da se che faccio fatica a farlo funzionare perchè trovo difficoltà ad inserire la tariffa e di conseguenza conoscere il costo al momento dell’elettrodomestico che voglio misurare.
    Mi puoi aiutare? Grazie

    • admin scrive:

      Ciao Fabrizio, mi dispiace ma non conosco quello strumento, non saprei quindi dirti come impostarlo ! Leggi bene le istruzioni che sicuramente riuscirai ad impostarlo senza difficoltà !
      Buona serata
      L’ecoBottega

  13. enrico scrive:

    Ciao vorrei sapere quanti kw consumo prendendo uno scaldabagno di 7 kw e tenendolo acceso due o tre ore al giorno grazie

    • Marco scrive:

      Ciao Enrico
      Premesso che tu abbia il contatore dell’enel potenziato perche’ altrimenti uno scaldabagno da 7kw non riesci ad alimentarlo, ti va giu il contatore.

      Enel come primo contatore ti monta un 3kw di potenza max poi se tu vuoi potenziarlo devi fare la richiesta. e cambiano anche i costi del KW .

      Moltiplichiamo i 7KW per le ore che tieni acceso lo scaldabagno e abbiamo il consumo giornaliero.

      7×3=21kw

      consumerai al giorno 21 KW.

      Prendendo in considerazione che un 1kw costa 0.26 euro, vediamo quanto spendi tenendo acceso questo scaldabagno per 3 ore.

      Ovvero:
      0.26×21=5,46 euro al giorno

      Tenendolo acceso 3 ore al giorno

      Ovviamente il prezzo del KW dipende dal gestore e poi ci devi aggiungere tutte le tasse, ed il costo dipende anche dalla fascia oraria in cui lo tieni acceso.

      Comunque uno scaldabagno da 7KW e molto potente secondo me ne puoi acquistare uno con potenza minore e ottieni lo stesso risultato ma spendendo meno come consumo

      Spero di esserti stato d’aiuto

      Buona giornata

    • admin scrive:

      Ciao Enrico, ci ha preceduto Marco nel risponderti ! Preciso come sempre ! ;) Grazie a Marco !

  14. Jackie scrive:

    salve, vorrei sapere come faccio a calcolre quanto spende l’azienda per l’illuminazione sia in kwh, costo in euro?ecc..

    l’azienda ha:
    Plafoniera per tubi fluorescenti 2x58W IP65 con un totale di 720 plafoniere .
    questo vuole dire che ogni plafoniera ha 2 neon ciascun con potenza di 58 w.

    Le plafoniere sono stati accesi per 24 ore nel mese di aprile, ed abbiamo lavorato solo 18 giorni.
    Nota: il costo energia eletrica stata pari a 0,15 €

    Grazie Mille!

    • Marco scrive:

      Ciao Jackie

      Dunque se ho capito bene e correggimi se sbaglio le plafoniere nel mese di Aprile sono rimaste accese 24 ore al giorno per 18 giorni.

      Iniziamo a scoprire il consumo in W di una singola plafoniera:
      58×2= 116W
      Scopriamo quanto consumano tutte insieme le plafoniere:
      116 X 720=83520W ovvero 83,520KW

      Scopriamo quanto spendi se le plafoniere rimangono accese 1 ora
      Costo di 1KWh=0,15€
      83,520 x 0,15= 12,528 € all’ora

      Moltiplichiamo questo risultato per le 24 ore e scopriamo quanto spendi:
      12,528 X 24= 300,67 € se rimangono accese 24 ore

      Vediamo ora quanto spendi per 18 giorni:
      300,67 X 18= 5412 €

      Spero di essere stato chiaro.

    • admin scrive:

      Ciao Jackie, confermo i conti di Marco !

      12,528 € all’ora
      24 ore = 300,67 €
      18 giorni = 5412 €

      ok?

  15. rita scrive:

    FACCIO LA LETTURA TUTTI I GIORNI E RILEVO I NUMERI F1 F2 F3 GLI SOMMMO CIO CHE HO OTTENUTO SONO I KW CONSUMATI OPPURE DEVO FARE QUALCHE ALTRO CALCOLO ….GRAZIE

  16. ilaria scrive:

    Ciao! ho un serio problema di bollette..abito in un appartamento di circa 100mq, ho lavatrice, frigo, lavastoviglie, forno elettrico, asciugatrice, computer fisso, 2 televisioni, 2 decoder, 2 condizionatori (2 motori)..solitamente siamo in 2..ma più di metà settimana siamo in 4 ad abitarci (i bimbi del mio compagno)..il nostro consumo annuo è di 5735 kwh..secondo voi è possibile?!..mi arrivano bollette bimestrali di 400 euro in media!..è normale?!..si che siamo in tanti..ma non accendiamo tutto insieme!..come mi consigli di procedere? è possibile che vi siamo ‘perdite’ di energia? forse dovrei cambiare alcuni vecchi elettrodomestici? dovrei mettere il misuratore di consumo ad ogni elettrodomestico e valutare? conta molto usare solo lampadine a basso consumo?! HELP !!!

  17. veramente utile ma per quanto riguardo il forno come faccio?

    • admin scrive:

      Buonasera Manuela,
      Calcolare il consumo di un “grande elettrodomestico”, come ad esempio un forno, non è cosi immediato come per una lampadina. Infatti il forno può consumare più o meno energia elettrica a seconda dell’utilizzo.
      Per misurare quanta energia consuma il tuo forno puoi utilizzare un misuratore di corrente che va collegato tra la presa e l’apparecchio da testare !

  18. L'ecoBottega scrive:

    Grazie per I commenti! Speriamo di aver risposto a tutti!

  19. L'ecoBottega scrive:

    Calcola in 2 minuti il consumo del tuo ventilatore prima di lasciarlo acceso tutta la notte! Lo so che fa caldo, lo so…

  20. Ivan Ceruti scrive:

    …ho un vecchio congelatore (non "classificato"). L'etichetta riporta 90 watt. Il congelatore è abbastanza costante nel consumo quindi secondo la formula 90 x 24h x 365gg /1000 = 788 kWh….è corretto? cercando nuovi congelatori in rete vedo che riportano ad esempio 75 watt ma il consumo annuo è di soli 168 kWh…com'è la storia? grazie.

  21. Buona Idea scrive:

    Vediamo se mi trovo :)! Allora facciamo caso che io vorrei acquistare Tappeto idromassaggio per vasca the bagno, modello BBS di Medisana che ha un motore dalla potenza di 570 Watt. Ora mettiamo caso che una volta a settima lo utilizzi per 1 ora il calcolo è questo.
    1hx570= 570 Wh.
    Ora per calcolare il consumo dovrei fare 0,57 kWh x 0,107 € ( esempio se avessi l'edison come gestore dell'elettricità)= 0,06 centesimi.
    Poichè sono 4 settimane e quindi 4 volte in un mese, sarebbero 0,06 x4= 0,24 centesimi? Possibile così poco? Dove sbaglio?

  22. Roby Angelo scrive:

    Unico sbaglio, è il costo energia, stai prendendo solo il prezzo energia di Edison, ma non è il prezzo reale e finale….. Il calcolo è giusto, ma il risultato sarà sicuramente superiore…

  23. Roby Angelo scrive:

    Il congelatore, non ha un consumo costante, ha tempi di funzionamento alternati, se la temperatura interna è come da richiesta, il compressore è fermo, quindi non consuma. Infatti il consumo stimato annuo dichiarato, dovrebbe essere quello preso in considerazione, ma anche qui, ce da prenderlo con le cautele, visto che dipende anche da altri fattori, la loro stima è in base ad un tot di prodotti inseriti, un tot di volte apertura porta, ecc… difficile fare un conto preciso. Questo vale per tutti quei elettrodomestici simili, Frigo, congelatori, climatizzatori, forni, ecc…

  24. Roby Angelo scrive:

    L'ecoBottega Anche in questo caso, non sarei sicuro di questo conteggio, la Yogurtiera, funziona in modo alternato, non ha un consumo costante, per tutte le ore, alternerà momenti di massimo consumo a momenti di minimo. Sulle caratteristiche dovrebbe esserci scritto la media, come nei frigo e congelatori.

  25. L'ecoBottega scrive:

    Roby Angelo Ciao Roby Angelo, grazie per la partecipazione ! Per la Yogurteria si è fatta una stima, in base ai valori forniti dall’utente. Hai ragione però, il calcolo potrebbe risultare poco preciso dato che l’apparecchio lavora in maniera piuttosto alternata, tra fasi di stand-by, a fasi di duro sforzo !

  26. Ciao a tutti
    cortesemente invece quanto potrebbe consumare e/o costare al giorno una macchina del caffè installata in un ristorante, tenendo conto delle seguenti informazioni,
    - potenza 5 Kw
    - costo kw/h € 0,3
    - la macchina è accesa 24 h al giorno, di cui:
    - ore lavorate al giorno 6 ore (massima potenza)
    - ore non lavorate ma sempre accesa 18 ore.

    grazie e complimenti
    Luca

  27. Bisognin Elettra scrive:

    Proprio soddisfatta delle risposte… Grazie!:-)

  28. Oxymoron Blues scrive:

    quindi io ho una stufa che consuma 2000w e che sta accesa facciamo 6 ore al giorno per una settimana, in teoria consumo 2, 2 euro a settimana, sì?

  29. L'ecoBottega scrive:

    Oxymoron Blues Ciao ! Allora, la tua stufa non consuma 2000W, ma ha una potenza di targa di 2000W, che sarebbero 2 KW. Ipotizzando che questa stufa lavori sempre a regime, consumeremmo 2KWh ogni ora x 6 ore = 12KWh. Per tutta la settimana, 6 ore al giorno=84KWh (12×7) e circa 14 € di spesa in bolletta (ipotizzando un costo medio di 0,17€ per KWh assorbito dalla rete !).

    Vediamo se ci sei, quanto spendi quindi in un mese ? Quanto consumi?

  30. Pappa Gallo scrive:

    Molto interessante ma non ho capito bene come funziona. potresti dirmi 120w per 16 ore al giorno quanto costerebbero al MESE?

  31. il mio scalda acqua e di potenza kw 1,200 tenento conto che pago 23 cent al kw e piu o meno 1 ora al giorno sta acceso facendo i miei calcoli mi trovo sulle 90.ooeuro al mese e possibile?

  32. Gianluca Casagrande scrive:

    120/1000*16*30*0.27=15€ al mese circa

  33. L'ecoBottega scrive:

    Ciao Pappa Gallo ! Se l'apparecchio ha potenza di 120W, allora consuma ogni ora 120Wh. Se è acceso a pieno regime per 16 ore al giorno, allora consumerà 1.920 Wh (1,92 KWh). Se 1KWh, ipotizziamo, costa 0,17 €, allora al giorno spendi 0,326 euro, che al mese sono 9,8€ ! Insomma, guarda la tua tariffa e fai il calcolo !

  34. L'ecoBottega scrive:

    Gianluca Casagrande Grazie ! ;) Perfetto! (NB: Calcolo fatto con tariffa a 0,27€/KWh)

  35. L'ecoBottega scrive:

    Ciao Antonio ! Allora, vediamo…
    * Apparecchio potenza: 1,2 Kw
    * Utilizzo: 1 ora/giorno
    * Costo energia: 0,23€/KWh
    Ogni giorno, se l'apparecchio lavora a regime, consumi 1,2 KWh di energia, che sarebbero 0,276 € (1,2×0,23). Nei 30 giorni del mese spendi quindi 8,28 euro (30×0,276). Direi quindi che 90 euro al mese mi sembrano davvero eccessivi !!! Prova a rifare i calcoli e facci sapere !!!

  36. Francesca Ragni scrive:

    buon giorno io ho calcolato il consumo del televisore al plasma mi da circa 27.00 euro al mese vediamo se lo calcolato bene 255vv diventano 0.255 vvh x diciamo 20ore al giorno 5.1 vvh x 0.18 =0.918 x 30 giorni 27.54 tenendo conto la fascia di consumo + alta grazie il suo articolo e fantastico complimenti francesca

  37. L'ecoBottega scrive:

    Buongiorno Francesca. Vediamo un po'…
    Allora, noi abbiamo i seguenti dati a disposizione:

    * Potenza di targa del tuo televisore al plasma: 255W
    * Ore di utilizzo: 20 ore/giorno
    * Costo elettricità: 0,18 €/KWh
    * ? = spesa mensile

    Il televisore al plasma ha un consumo "dinamico" ossia variabile, in base alla porzione di immagini più chiare che riproduce. Facciamo però finta che lavori sempre al massimo della sua potenza.

    Ogni giorno il tuo apparecchio consuma 5100 Wh (255W x 20h), ovvero 5,1 KWh.
    Al mese il tuo apparecchio consuma 153 KWh (5,1KWh x 30gg).
    La spesa mensile è pari ad euro 27,54.

    Considerando però quanto scritto sopra, non avrai mai una spesa di euro 27,54, ma di circa 20, 25 euro massimo ! Il tuo calcolo era comunque giusto ! Brava ! ;)

  38. L'ecoBottega scrive:

    Edoardo Alessandria ahahahahaha ! Molto arguto !!!

  39. Buongiorno.abito da solo…circa 33 mq, 90kwh in un mese,controllate nel contatore…usando solo corrente e luce necessaria,possono essere giuste? Di media quanto potrebbe essere di spesa?grazie

    • admin scrive:

      Ciao Gianluca ! Beh, dipende da quanto consumi ovviamente, ma 90KWh in un mese sono circa 15-20 euro. Buona giornata.

  40. Valerio Meregalli scrive:

    Edoardo Alessandria Ancora ci penso… Quel nome se lo sarà inventata di proposito per scrivere quel commento, vero !? (nomen omen…)

  41. emilia scrive:

    Buona sera… ho un riscaldatore x acquario di 300 watt acceso 24 ore .ho calcolato 0.30 a kw .quanto spendo in un mese?

    • admin scrive:

      Buongiorno Emilia,
      ipotizzando che il riscaldatore del suo acquario lavori a regime per tutto il tempo (anche se ne dubito molto):
      Calcolo il consumo in un giorno 24h x 300W = 7200 Wh
      Calcolo il consumo in un mese 7200 Wh x 30gg = 216 KWh
      Calcolo la spesa al mese 216 KWh x 0,30€ = 64,8 €

      Mi sembra un po’ caro il costo a kwh del suo contratto. La invito a controllare meglio, dato che di solito il prezzo medio si aggira intorno ai 0,15 €/KWh, la metà !

  42. nadia scrive:

    Ciao, interessante questo blog. Sono arrivata a te
    cercando di capire il rapporto tra watt e prestazioni. Mi spiego meglio: sia fornetti che aspirapolvere hanno potenze watt molto diverse. A maggiore potenza corrisponde che cosa? Maggior calore per il forno e maggiore capacità aspirante per l’aspirapolvere? Altrimenti come verificare queste due prestazioni?
    Grazie
    Nadia

    • Valerio scrive:

      Ciao Nadia,
      Grazie! Questo Blog è interessante grazie a voi utenti !
      Provo a spiegarti. Il Wattaggio di un apparecchio elettrico è la sua potenza, denominata “potenza di targa”. La potenza è il rapporto tra la corrente e la tensione. Più potenza vuoi, più il wattaggio è alto, più il wattaggio è alto e più corrente viene consumata.
      Se prendiamo, ad esempio, 2 aspirapolvere uguali, uno con potenza di 2000 Watt ed uno con potenza di 800 Watt, ovviamente il primo sarà più potente del secondo, con una capacità di aspirazione maggiore.
      Idem per il fornetto, tipicamente dotato di manopolina per regolare la potenza (W). Se metti il pane sotto al Grill a 300W si scalderà leggermente, mentre se alzi la potenza del fornetto con la manopolina a 2000W, la resistenza dell’apparecchio sarà ben più calda, dato che consumerà più corrente e quindi il tuo pane diventerà croccante.

      Beh, a sto punto… Buon appetito ! ;)

  43. nadia scrive:

    Grazie per avere risposto, ma… scusa la mia tontaggine: se imposto a 250 gradi un forno da 2000 Watt o da 300 Watt, dov’è la differenza? In pratica, sempre 250° sono, (e tutte le manopoline indicano che il forno può arrivare a 250°) ma con quello da 2000 Watt mi costerà molto di più. E’ così?
    Ancora grazie.

  44. Valerio scrive:

    Ciao Nadia,
    Allora.. provo a spiegarti, dandoti il mio parere, ma invito gli altri amici esperti del blog a dirci anche la loro opinione!

    I Watt (W) sono la potenza dell’apparecchio, i Watt-ora (Wh) sono il consumo di corrente dell’apparecchio.
    Un forno (“grande forno” da 30 litri) da 2500 Watt ha una potenza di 2500Watt e, ogni ora di funzionamento, lavorando al 100% (250°) della sua possibilità, consuma 2500Wh (Watt ogni ora).
    Se questo forno lo faccio lavorare a 180°, che non è il suo massimo, non consumerà 2500Wh, ma meno, ipotizziamo 1800Wh.

    Prendiamo l’esempio del fornetto elettrico (fornetto da 9 litri) da 900Watt. Questo, consumerà 900Watt ogni ora, alla sua massima potenza (250°). Lavorando a 180° consumerà ogni ora 700Wh circa.

    Quindi, per cuocere la tua torta a 180°, che deve rimanere in forno per 1 ora, col grande forno consumerai 1,8KWh, mentre con il fornetto 0,7 KWh, meno della metà !

    Ovviamente il primo dovrà lavorare e consumare corrente necessaria per riscaldare 30 litri, la sua capienza, mentre il secondo solo 9 litri. Da qui deriva il maggiore consumo del primo.

    Insomma, se devi cuocere un Muffin… non accendere un forno da 30, è uno spreco !

  45. nadia scrive:

    Grazie, ora ho capito.
    Nadia

  46. enzo scrive:

    buona sera a tutti vorrei sapere se è possibile calcolare il consumo al minuto ho un impianto fv di 6 kw nell’inverter mi da la produzione istantanea vorrei vedere produzione e consumo non so se sono stato chiaro .
    vi ringrazio…enzo

Lascia un commento

Close
TI PIACE L'ARTICOLO ?
VIENI A TROVARCI ANCHE SU

FACEBOOK e TWITTER !