I Pidocchi (Pediculosi) Rimedi Naturali

Come tutti sappiamo, la motivazione dell’arrivo dei pidocchi non è la carenza di igiene, quanto piuttosto al contrario, il ricorso sempre più massiccio a prodotti chimici detersivi, a cibi impoveriti e ad una vita poco legata ai ritmi della natura che, indebolendo le difese rende i bambini vulnerabili alle infestazioni da pidocchi, che negli ultimi anni sembrano essere più frequenti.

In particolare la medicina naturale considera questa infestazione come un segno di indebolimento, di conseguenza indica, per chi è stato infestato, l’utilità di terapie che rinforzano l’individuo, basate su OLIGOELEMENTI, come lo ZINCO, nella misura di una fiala al mattino, tutti i giorni, per tre mesi.

Anche la VITAMINA Cè indicata, e la forma migliore sembra essere lo sciroppo di OLIVELLO SPINOSO o di ACEROLA un cucchiaino al giorno per tre mesi. Ciò detto vediamo come agire per debellare i fastidiosi parassiti

Sintomi

  • Intenso prurito del cuoio capelluto
  • Piccoli rigonfiamenti rossi sul cuoio capelluto, collo e spalle
  • I rigonfiamenti possono avere croste e produrre liquido
  • Presenza di piccoli puntini bianchi (uova, o lendini) sui capelli, in prossimità della testa e difficili da togliere.

RIMEDI NATURALI :  Alcuni oli essenziali come il timo, la lavanda, l’origano, l’anice e la noce di cocco hanno proprietà antimicrobiche ed insetticide dimostrate da prove in vitro. In particolare uno studio ha messo in evidenza che una miscela di anice, noce di cocco e ylang-ylang ha avuto un effetto pediculocida superiore a quello del già citato malathion.

Gli oli essenziali inducono crisi respiratoria nel parassita. Anche l’Olio di Neem si è dimostrato efficace nella lotta contro i pidocchi (purtroppo l’olio di neem, in purezza, ha un’odore pessimo!). In rete, in farmacia ed in erboristeria potete trovare diverse soluzioni a base di oli essenziali e olio di neem.

I prodotti naturali come l’aceto, la maionese ed altre cose simili sono rimedi popolari che però non sono efficaci nel debellare la pediculosi, tuttalpiù possono alleviare i sintomi come prurito ed irritazione cutanea. L’aceto, diluito in acqua sembra efficace per aiutare a rimuovere le lendini morte (ma occhio, che può bruciare se il cuoio capelluto è ferito dalle punture dei pidocchi).

Tra i rimedi naturali è importante annoverare i pettinini con i denti di metallo: scegliete quelli con denti lunghi. Ne esistono alcuni che hanno delle scalanature nei denti che consentono di danneggiare le uova dei pidocchi al passaggio, le uova infatti sono molto difficili da debellare, in genere non muoiono con i prodotti. Passate il pettinino quotidianamente.

Alcune cose importanti da tenere a mente:

  • Non trattare la persona infestata più di 3 volte con lo stesso prodotto. Nel caso che il trattamento risultasse inefficace, consultare il proprio medico o il farmacista per un intervento alternativo.
  • Non utilizzare contemporaneamente o mescolare insieme prodotti diversi, indicati contro i pidocchi.
  • E’ fortemente consigligato togliere le lendini dai capelli bagnati con un pettine speciale con denti fitti nei giorni 1, 5, 9 e 13 (contati a partire dall’inizio del trattamento)
  • Lavare accuratamente i pettini e le spazzole immergendoli in acqua calda per 10 minuti o utilizzando uno shampoo antiparassitario, o mettendoli in freezer per almeno 24 ore.
  • Ricordate che tagliare i capelli non serve! può caso mai rendere più semplici i controlli e i trattamenti, ma non riduce il rischio di infestazione nè elimina il problema.
  • Tutti gli oggetti tessili (abiti, lenzuola, peluche, …) del bambino dovrebbero essere lavati a più di 60°C, se non potete lavarli, chiudete i tessili dentro un sacco di plastica per 10 giorni, affinché i pidocchi muoiano di fame. Un metodo più corto sarebbe depositare il sacco di plastica nel congelatore per 24h (i pidocchi moriranno ugualmente). Il pidocchio muore dopo 48 ore lontano dal capo, ma le uova e le lendini sono più longeve, per questo, su superfici tessili non lavabili e’ opportuno quindi questa accortezza.

Prevenzione: Non esistono trattamenti “preventivi” scientificamente accreditati, e NON vanno usati i prodotti per eliminare i pidocchi in modo preventivo, a meno che non ci siano ragioni per pensare di poter essere stati contagiati (es. i bambini hanno i pidocchi), perché è come usare l’antibiotico come prevenzione per la polmonite… Tuttavia alcune mamme utilizzano dei “rimedi della nonna” per prevenire l’infestazione, e li trovano efficaci, e, si sa, a volte l’esperienza va più avanti della scienza. Così vi riportiamo quello di Jolanda di Filastrocche.it

in erboristeria procuratevi:

- Profumo alla Lavanda

- Oli essenziali (ne basterebbero 10 gocce di ognuno) di

  • Eucaliptus
  • Timo
  • Bergamotto

Nel botticino del profumo di Lavanda, aggiungete 10 gocce di Olio di Eucaliptus, 10 gocce di Olio di Timo e 10 gocce di Olio di Bergamotto.
Agitate bene e poi, ogni mattina prima di uscire di casa, versate poche gocce del composto sulla fronte dei vostri bambini, proprio dove inizia l’attaccatura dei capelli e poche gocce sulla nuca, sempre al limitare dell’attaccatura dei capelli.

fonte http://www.genitorichannel.it

Lascia un commento

Close
TI PIACE L'ARTICOLO ?
VIENI A TROVARCI ANCHE SU

FACEBOOK e TWITTER !